Il giro dell’Australia in 119 giorni: l’avventura di Emma e Mattia

Sono molti i giovani che sognano di cambiare vita e andare a vivere all’estero. Spesso si cerca una nuova città dove costruire il proprio futuro, dove ripartire da zero e sentirsi liberi di esperire la propria identità. Un’ esperienza lontana dalla vita frenetica della società odierna, dai ritmi incessanti di una realtà soffocante. Un fuoristrada, la voglia di scappare e vivere i propri giorni appieno : è la storia di una giovane coppia di Valdelsa che ha deciso di lasciare l’Italia, girare tutta l’Australia , percorrendo 25.000 chilometri in 4 mesi.
Mattia Iacopini, 24 anni di Certaldo,  diplomato al ‘Ricasoli’ di Siena in agraria e figlio di un noto imprenditore locale , con la compagna  Emma Baiano, trentunenne napoletana laureata in psicologia clinica, si sono lanciati in questa impresa dalle emozioni indescrivibili. Dopo un anno di relazione  decidono di assaporare un’esperienza che li segnerà per tutta la vita: abbandonare il ridondante caos di Londra, dove si erano da poco trasferiti, per volare in Australia. Un sogno che si realizza definitivamente nel settembre del 2017, dopo aver ricevono il disco verde per poter entrare in paese, prendono quel volo tanto atteso che li fa atterrare a Sydney.  Dopo 15 giorni i due sono già al lavoro, lei come commessa e lui come bartender al The Star Casinò. Dopo tre mesi di duro lavoro i due decidono di fare un salto in Nuova Zelanda , alla scoperta dell’Isola Nord, fra vulcani, parchi nazionali e città cosmopolite. Una volta rientrati decidono di studiare nei minimi dettagli un itinerario di viaggio alla scoperta delle meraviglie che questo continente ha da offrire. Per quanto possa essere facile progettare un viaggio di tale portata, metterlo in pratica non è stato così semplice.Prima di intraprendere questa esperienza, hanno lavorato duramente per 6 mesi, con turni di 60 ore settimanali. Il 16 maggio 2018 iniziano il loro viaggio in lungo e in largo per l’Australia, che durerà ben 119 giorni.  Tornati  da poco in patria, Mattia ed Emma decidono di ripartire nuovamente verso orizzonti migliori. Per quanto amino la loro terra, non voglio fermarsi a Certaldo dopo l’esperienza vissuta. Nonostante gli amici e gli affetti, il 29 dicembre voleranno ancora una volta verso l’Inghilterra; una terra in cui  lo sforzo universitario ed il lavoro vengono apprezzati per quello che realmente si riesce ad offrire.