Il Papa: Dio converta i Giuda di oggi, mafiosi e usurai che sfruttano chi ha bisogno

Nella Messa a Santa Marta, Francesco prega il Signore perché tocchi il cuore di quanti approfittano di chi ha bisogno in questa crisi causata dalla pandemia di coronavirus. Nell’omelia, parla del tradimento di Giuda, di quanti vendono le persone, anche i propri cari, per guadagno personale.

Nell’omelia, Francesco commenta il Vangelo di Matteo (Mt 26, 14-25), che ci parla del tradimento di Giuda. Anche oggi – dice il Papa – ci sono i Giuda, persone che tradiscono, anche i propri cari, vendendoli, per i propri interessi. Anche oggi ci sono persone che vogliono servire Dio e il denaro, sfruttatori nascosti, apparentemente impeccabili, ma fanno commercio con la gente: vendono il prossimo. Giuda ha lasciato dei discepoli, discepoli del diavolo. Giuda era attaccato al denaro: chi ama troppo i soldi, tradisce. Ma è tradito dal diavolo, che è un mal pagatore e lascia nella disperazione. E finisce per impiccarsi. Il Papa pensa ai tanti Giuda istituzionalizzati che oggi sfruttano la gente e anche ai piccoli Giuda che sono in noi: ognuno di noi ha la possibilità di tradire, per amore dei soldi o dei beni.

Papa