Il questore Giuliano saluta Lucca e la Versilia: 9 mesi di successi investigativi e di prevenzione

0

LUCCA – Il Questore di Lucca Alessandro Giuliano lascia Lucca, per un incarico importante – come già scritto dalla nostra testata: dirigerà, infatti, lo Sco, Servizio Centrale Operativo. A lui, dal 1 marzo, succederà Vito Montaruli.  Nove mesi al comando della Questura di via Cavour, un periodo breve, ma intenso, segnato da successi investigativi ottenuti, come ci tiene a precisare Giuliano, grazie al prezioso lavoro di tutti i suoi uomini. Ne sono prova l’operazione “Promessi Sposi” di ieri, che ha visto finire in manette per mano della Squdra Mobile una banda dedita all’organizzazione di matrimoni farsa tra kosovari e donne rom, come i due omicidi avvenuti a Viareggio, in Passeggiata e al Palasport, risolti in poche ore dal Commissariato di Polizia di Viareggio. I reati repressi sono numeri, inconfutabili, ma il Questore punta su un dato, purtroppo non quantificabile, di quanti invece sono stati quelli non commessi grazie alla prevenzione, messa in campo con controlli assidui del territorio, anche in occasione di grandi eventi come, ultimo e ancora in corso, il Carnevale di Viareggio, e i Lucca Comics. Prevenzione dettata anche dalle mutate condizioni internazionali, con i recenti attentati terroristici “Lucca  è una città meravigliosa, un luogo civile pieno di cultura e arte che conserverò sempre nel cuore assieme alla costa della Versilia, dove ho conosciuto gente schietta e sincera”, queste le sua parole: “Durante il mio mandato ho potuto contare sulla collaborazione delle istituzioni di tutta la provincia, che lascio con dispiacere, sindaci in primis.  Abbiamo voluto fare del rapporto diretto con i cittadini il nostro principale obiettivo”. Vicinanza reale e anche virtuale, con la pagina social della Questura di Lucca su Facebook seguita giornalmente non solo dalla stampa ma dalla “gente comune”.

No comments