“Il tempo è denaro”, lettera aperta al Sindaco di Viareggio

VIAREGGIO  – Una lettera aperta al sindaco di Viareggio, a firma di Antonio Meccheri di Forte dei Marmi e indirizzata anche alla stampa locale, quella che pubblichiamo integralmente e che racconta un episodio accaduto questa mattina: “Stamani vado al Comune di Viareggio per ritirare dei documenti all’Ufficio Stato Civile. Sono le ore 10 e 30  Ho il biglietto del parcheggio pagato sino alle ore 11,15, faccio una piccola coda e l’impiegata mi riceve. Inizia a preparare il certificato, prende un registro, guarda e trascrive, trascrive e guarda. Poi, ad un certo punto mi dice che manca una annotazione ma per far questo ha bisogno di una collega e se posso ripassare. Le dico che devo ritirare un altro certificato sempre all’anagrafe e mi risponde “grazie, vada e poi ripassi”. Vado e ripasso  ma mi dice che non ce la fa e di tornare domani. E il tempo passa … Gli dico “guardi che vengo dal Forte”. Nulla da fare … domani ci devo tornare.. Nel frattempo il tempo è .. passato … Vado alla macchina e ci trovo la contravvenzione per il ritardo “Marianna i….a” .. Vado alla MOVER e gli dico che essendo stato “imbottigliato” negli uffici comunali e non potendo lasciare perchè mi stavano “servendo” non ho potuto rifare il nuovo biglietto… Vuol dire – dico – che pagherò la differenza… Niente da fare mi rispondono. Il Comune di Viareggio ha un regolamento che come il tempo scade è come aver lasciato la macchina senza aver pagato la sosta. “Marianna a ri-i…”. Ma la causa di tutto questo è dimostrabile …Niente da fare!!!! Devo pagare la multa di 25 euro … Ditemi voi!!!!Sindaco mi dica Lei”.

Lascia un commento