Il Viareggio Beach Soccer fa l’impresa: vittoria nell’Euro Winners Cup

CATANIA – Gli ingredienti della grande storia ci sono tutti: l’outsider che diventa regina eliminando volta volta le concorrenti più quotate, il momento di difficoltà, la rimonta, il finale al cardiopalma, infine l’esplosione di gioia, il tutto condito dai valori sani dello sport: sacrificio, determinazione, squadra, coraggio. Ci sono anche i protagonisti: Stefano Santini, colui che ha creato tutto questo e lo ha portato avanti, e i giocatori, dal monumentale Ozu, al decisivo Carpita, passando per Ramacciotti, il carismatico, e le bocche di fuoco Valenti – Gori, e con loro tutti gli altri, Cinquini, D’Onofrio, Genovali, Remedi, Gemignani e Simone Marinai, il capitano, costretto in tribuna da un cartellino giallo molto contestato rimediato in semifinale.

E il lieto fine c’è stato: il Viareggio Beach Soccer vince la Euro Winners Cup 2016 salendo così sul tetto d’Europa, una vittoria giunta ai rigori, dopo un match tiratissimo in cui i temutissimi ucraini dell’Artur Music hanno sempre tenuto la testa avanti, ma se c’è un tratto fondamentale della squadra di Santini quello è il non mollare mai, sputare sangue fino al fischio finale, ed è così che negli ultimi minuti i bianconeri sono riusciti a passare dal 6 – 4 al 6 – 6 che è valso il supplementare, chiusosi anch’esso in parità. Come nella semifinale contro il Braga sono stati i tiri dal dischetto a premiare il VBS, con un inedito Carpita nelle vesti di rigorista decisivo nella serie ad oltranza.

Il Viareggio ha dimostrato che cuore, intelligenza e determinazione possono avere la meglio su tecnica e forza, nessuno, per stessa ammissione degli organizzatori, avrebbe scommesso sui bianconeri all’inizio della rassegna, proprio per questo questo incredibile risultato assume un valore ancora più importante.

Un match, quello di oggi, partito subito in salita per i bianconeri, con gli ucraini che assestano subito un uno-due micidiale, il Viareggio accusa il colpo ma non si scompone e con ordine inizia a trovare misure e traiettorie, arrivando a recuperare lo svantaggio con Ozu e Gori. Ma la gioia per il pareggio dura pochi secondi, con l’Artur Music che rimette la testa avanti da calcio d’inizio e portandosi avanti 4 – 2 poco dopo. Tocca poi a Valenti accorciare le distanze, con gli ucraini di nuovo a replicare e tenere i bianconeri a due reti di distanza, stesso copione poco dopo: Ramacciotti porta a quattro le segnature viareggine, e gli avversari rispondono a tono. Sul 6 a 4 c’è un calo di tensione nella formazione ucraina, il Viareggio se ne accorge e con intelligenza gestisce e completa una rimonta firmata ancora da Ramacciotti e Valenti. Brivido finale per una traversa su rovesciata di Stankovic. Il resto è storia, con i ragazzi di Santini implacabili dal dischetto: Ozu, Gori, Remedi, Valenti, Ramacciotti, Stefano Marinai e Luca Carpita.

 

 

Lascia un commento