Il vicepresidente del Consiglio regionale e la Garante infanzia: massima attenzione agli studenti delle scuole superiori

“Massima attenzione alle ragazze e ai ragazzi delle scuole superiori che in queste settimane, costretti alla didattica a distanza, vedono ledere i loro diritti alle relazioni, all’educazione in presenza, alla socialità”. A dirlo Stefano Scaramelli, vicepresidente del Consiglio regionale della Toscana, e Camilla Bianchi, Garante per l’infanzia e l’adolescenza della Toscana, nell’incontro istituzionale che si è svolto oggi a Palazzo del Pegaso.

“Serve un ulteriore sforzo collettivo – dice Scaramelli -. Occorre che ogni soggetto istituzionale possa fare il massimo per interrompere il perdurare di questa condizione di incertezza e fragilità in cui vivono soprattutto gli adolescenti. È opportuno che i giovani riscoprano le loro relazioni in ambito scolastico quanto prima. E anche qualora si andasse verso un nuovo e più duro lockdown collettivo la scuola deve essere la prima istituzione sociale a riaprire. Ciascuno di noi deve assumersi un pezzo di questa responsabilità. Oggi ci siamo presi un impegno reciproco”.

scaramelli
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: