Ultime News

“In alcuni Comuni tolta tassa di soggiorno e musei gratis per attirare turisti”

“Nardella dovrebbe prendere esempio da alcuni suoi colleghi toscani, che hanno azzerato fino a fine 2020 le imposte comunali più importanti, per sostenere quei settori più colpiti dagli effetti economici del Coronavirus. La giunta comunale di Lucca, ad esempio, che è retta da un sindaco dello stesso partito di Nardella, ha approntato una manovra economica sostenendo che la copertura delle minori entrate avverrà mediante apposite variazioni di bilancio, attraverso riduzioni di spesa, rinegoziazione di prestiti e utilizzo di componenti dell’avanzo di amministrazione, fatto salvo il ricorso a provvedimenti nazionali per gli enti locali. Il nostro sindaco ci appare, al contrario, immobile”. Lo afferma il vicepresidente del Consiglio regionale della Toscana, Marco Stella (Forza Italia).
“I Comuni di Lucca e Siena, tra i tanti – sottolinea Stella – ci sembrano due esempi da far conoscere per come si stanno ponendo nei confronti dell’emergenza epidemiologica. Lucca ha approvato l’azzeramento della Cosap (canone suolo pubblico) fino al 31 dicembre 2020 per tutta una serie di categorie; l’abbattimento della Tari; fondi per il sostegno all’affitto per immobili commerciali e artigianali; parcheggi gratuiti; azzeramento imposta di soggiorno e azzeramento ticket bus turistici fino al 31 dicembre 2020; apertura dei varchi della ZTL fino al 31 agosto 2020, con apertura dei varchi dalle 8 alle 20, per sostenere gli esercizi commerciali del centro”.
“Sulla stessa linea il Comune di Siena, governato dal centrodestra – evidenzia Stella -. La giunta De Mossi ha approvato l’azzeramento dell’imposta di soggiorno fino al prossimo 31 dicembre 2020 e sempre fino a questa data l’annullamento del pagamento della tassa sul suolo pubblico (Cosap) temporanea per attività commerciali ed edilizie e per i chioschi; la riduzione di un milione di euro per il pagamento della Tari per le attività commerciali nel 2020, con posticipo al 31 agosto/30 settembre dell’acconto Tari 2020; azzeramento della tariffa di trasporto, mensa scolastica e rette degli asili per i mesi di marzo, aprile, maggio e giugno 2020; proroga della scadenza di 2 mesi per gli abbonamenti in essere della Siena Parcheggi”.
“Ma non è finita qui – aggiunge il vicepresidente dell’Assemblea toscana – perché la giunta comunale senese ha approvato anche l’estensione gratuita della superficie di suolo pubblico attualmente concesso compatibilmente con lo spazio disponibile e legittimamente fruibile; la concessione straordinaria gratuita di suolo pubblico nelle vie e piazze cittadine agli esercenti che, in forma singola o associata, ne faranno richiesta; l’estensione facoltativa dei giorni e degli orari di apertura di qualsiasi attività commerciale e artigianale; l’azzeramento del ticket dei bus turistici e gratuità dei musei comunali e della Torre del Mangia fino al 31 dicembre 2020. La buona volontà e l’attenzione per i bisogni di cittadini e categorie economiche sono essenziali: Nardella prenda esempio da questi suoi colleghi, e faccio lo stesso a Firenze”.

maro stella