In Toscana arriva il percorso diagnostico terapeutico assistenziale (Pdta) per la nevralgia del trigemino e per le cefalee

In Toscana arriva il percorso diagnostico terapeutico assistenziale (Pdta) per la nevralgia del trigemino e per le cefalee. “Un lavoro iniziato in Commissione sanità – spiega Stefano Scaramelli, presidente della commissione sanità del Consiglio regionale – con l’approvazione della Risoluzione sulla promozione di un percorso specifico, una sperimentazione e corsi formativi per medici di famiglia, odontoiatri, neurologi e medici di medicina d’urgenza. Con il Pdta raggiungiamo un altro importante obiettivo nella presa in carico di una patologia, talvolta altamente invalidante. Le azioni che abbiamo intrapreso mirano a migliorare la qualità di vita della persona affetta da cefalea, l’accuratezza diagnostico-terapeutica ad ogni livello di cura, la gestione della persona con cefalea (in emergenza e in gestione ordinaria), a ridurre le prestazioni inappropriate e a potenziare i centri cefalee per ridurre le liste di attesa e integrare i livelli di assistenza favorendo la collaborazione tra i Medici di Medicina Generale”.
In Toscana l’emicrania colpisce 350.000 persone, maggiormente le donne e nell’80% dei casi insorge in età lavorativa. ll lavoro fatto ha portato a individuare una strutturazione in rete omogenea sul territorio, con una presa in carico multidisciplinare e a un percorso in tre livelli.

scaramelli