Inaugurata l’isola a scomparsa in via del Crocifisso

0

LUCCA – Salgono a 7 le isole a scomparsa attive nel centro storico per la raccolta differenziata dei rifiuti. Oggi è stata inaugurata la struttura in via del Crocifisso, attivazione che segue di poche settimane quella dell’isola in via di Piaggia e quella in piazza Varanini. Le tre isole inoltre vanno ad aggiungersi alle 4 che erano già presenti.

I lavori per la realizzazione dell’isola in via del Crocifisso hanno avuto percorso complesso a causa del ritrovamento di una necropoli di epoca alto medievale. Durante gli scavi sono state scoperte infatti una decina di sepolture a fossa terragna che contenevano scheletri di adulti in un buono stato di conservazione. Il rinvenimento delle tombe, risalenti all’VIII-IX secolo, ha allungato i lavori che tuttavia sono giunti a completamento grazie alla collaborazione tra Comune di Lucca, Sistema Ambiente SpA e Soprintendenza. Come già avvenuto un passato, gli scavi per  la sistemazione delle isole ecologiche interrate fornisce anche una grande occasione di riscoprire pagine inedite della storia più antica della nostra città.

In via del Crocifisso la struttura dell’isola ecologica a scomparsa ricalca quella delle altre due: una buca profonda 2,30 metri di forma rettangolare (6,40 mt x 3.10 mt) accoglie uno scatolare prefabbricato al cui interno sono collocati i quattro contenitori, per la raccolta differenziata: organico, carta, multi materiale e indifferenziato. I lavori proseguono a ritmo serrato; di questo lotto di quattro isole iniziato a fine gennaio 2015 manca solo la costruzione di quella nei pressi del Mercato del Carmine per arrivare entro fine anno, complessivamente, ad 8 strutture attive.

Le isole sono dotate di un sistema di videosorveglianza. Sulle 4 isole che sono attive da tempo le telecamere sono già in funzione mentre sulle tre strutture nuove entreranno in funzione entro la fine del mese di luglio. Le isole da settembre/ottobre saranno apribili solo dai residenti del centro storico attraverso la lettura, con appositi dispositivi installati sui torrini, della tessera sanitaria. Altra novità, attiva dal 1° luglio, riguarda lo svuotamento delle strutture stesse. I primi giorni della prossima settimana i cassonetti interrati presenti nelle vecchie isole saranno sostituiti con contenitori più piccoli (1100 litri per l’umido e 1700 litri per gli altri materiali) che Sistema Ambiente SpA vuoterà più volte al giorno rispetto all’organizzazione attuale.

Le isole ecologiche a scomparsa rappresentano per i cittadini del centro storico un’alternativa al conferimento dei rifiuti a filo strada e contribuiscono, al contempo, alla tutela del decoro urbano e al miglioramento della raccolta differenziata. I residenti del centro storico potranno inoltre conferire i rifiuti senza vincoli di orario nell’isola a loro più vicina.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: