Inchiesta choc, arrestati 4 carabinieri: l’accusa è di falso e lesioni

0

MASSA CARRARA – Quattro carabinieri sono finiti in manette, arrestati nell’ambito di un’inchiesta della procura di Massa Carrara su presunte irregolarità nell’operato di alcuni militari dell’Arma in Lunigiana. Da quanto appreso 3 carabinieri sono stati posti agli arresti domiciliari, uno in carcere. Per altri quattro invece è scattato il divieto di dimora e per un altro la sospensione dal servizio.
L’inchiesta, condotta dallo stesso procuratore capo Aldo Giubilaro e dal pm Alessia Iacopino, era emersa tra febbraio e marzo quando si parlò una ventina di indagati e scattarono perquisizioni nelle caserme dell’Arma di Pontremoli e Aulla. Falso e lesioni i reati per cui procede la procura.

Da quanto emerso i carabinieri avrebbero picchiato un extracomunitario fermato dopo un controllo e poi portato in caserma. Lo straniero era finito al Pronto Soccorso e dimesso con qualche giorno di prognosi. Tra i reati ipotizzati non ci sono solo lesioni, ma anche la falsificazione del verbale, o di più verbali, tanto che gli inquirenti avevano acquisito fascicoli relativi a diversi interventi, oltre che tablet e sim telefoniche. Tassello su tassello il Procuratore Capo ha riscostruito quanto accaduto negli anni, e per farlo è risalito ai fermati e portati in caserma negli ultimi anni per chiedere loro se fosserto state vittime di  maltrattamenti. Tra i casi in esame anche uno relativo a una violenza sessuale: una prostituta avrebbe subito abusi.

L’extracomunitario da cui è partita l’inchiesta era stato trovato con della droga e, portato in caserma, sarebbe stato – secondo la sua accusa – picchiato.

“Quasi una normalità l’illegalità e l’abuso”. Così ha commentato il procuratore di Massa Carrara Aldo Giubilaro in merito alle condotte dei carabinieri in servizio alla caserma di Aulla e in quella di Albiano Magra coinvolti nell’inchiesta. Molte le intercettazioni ambientali che hanno contribuito a portare all’arresto.

 

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: