Incontri con le eccellenze, arriva Salvatore Rossi

LUCCA – Prende il via il nuovo calendario di conferenze “Incontri con le eccellenze”, organizzate da Comune di Lucca e Fondazione Banca del Monte di Lucca, sotto l’egida dell’Accademia Nazionale dei Lincei. Dopo la pausa invernale, infatti riprende il ciclo di appuntamenti che hanno riscosso grande successo e hanno visto avvicendarsi fra gli altri all’auditorium della Fondazione Banca del Monte di Lucca (in piazza San Martino -7 Lucca) personaggi del calibro del ministro dell’Istruzione Stefania Giannini e l’ex premier Giuliano Amato. Il prossimo incontro, ad ingresso gratuito è con il direttore generale della Banca d’Italia: Salvatore Rossi che ricopre anche gli importanti ruoli di “prime deputy governor” e presidente dell’IVASS (istituto per la vigilanza sulle assicurazioni).
 
Anche il 2016 quindi si apre con eventi di grande interesse culturale e scientifico e con la presenza di grandi nomi di livello nazionale che offrono importanti spunti di riflessione su molti aspetti di attualità dall’ambiente, all’istruzione, all’economia.
 
A presentare l’intervento di Salvatore Rossi, venerdì 18 marzo alle 17,30, Alberto Del Carlo, presidente della Fondazione Banca del Monte di Lucca e Alessandro Tambellini, sindaco di Lucca.
 
Il direttore della Banca d’Italia parlerà de: “I problemi non risolti della finanza globale: politiche monetarie, mercati finanziari e banche”, insieme a lui ad animare il dibattito il docente di Storia delle Relazioni economiche internazionali, onorevole Valdo Spini, che “sfiderà” il direttore della Banca d’Italia con una serie di domande, sul modello di incontri in stile anglosassone.
 
Salvatore Rossi, oltre ad essere il direttore generale della Banca d’Italia, “prime deputy governor” e presidente dell’IVASS , nel 2013 ha fatto parte del “Gruppo di Lavoro in materia economico – sociale ed europea” (c.d. “Gruppo dei saggi”) istituito dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Assunto in Banca d’Italia nel 1976, assegnato all’Ufficio vigilanza della Sede di Milano, poi al servizio studi nel 1979, è stato capo del servizio studi dal 2000 al 2006, direttore centrale per la ricerca economica e le relazioni internazionali dal 2007 al 2011, segretario generale e consigliere del direttorio per i problemi della politica economica nel 2011, vice direttore generale della Banca d’Italia dal gennaio 2012 al maggio 2013.

Lascia un commento