Inseguiti e presi: zio e nipote finiscono in manette

0

PRATO – Un equipaggio delle volanti ha tratto in arresto due cittadini italiani, di anni 42 e 32 pluripregiudicati, entrambi residenti in Provincia di Pistoia, per furto pluriaggravato in concorso. In particolare alle ore 20.20 circa di ieri mentre la pattuglia effettuava  il regolare servizio di perlustrazione nei pressi del campo nomadi di viale Marconi, notava un’autovettura in sosta con due persone a bordo. Avvicinandosi all’abitacolo il personale operante notava i due intenti a scrutare all’interno di una borsa da donna. Appena accortisi della presenza della Polizia gli occupanti dell’autovettura avviavano il veicolo dandosi a precipitosa fuga percorrendo viale Marconi in direzione centro città a forte velocità. Subito venivano inseguiti dalla Volante unitamente ad un altro equipaggio giunto in ausilio. L’inseguimento proseguiva lungo viale Marconi e i due fuggitivi, giunti all’altezza del bar Miraglia facevano inversione di marcia dirigendosi verso il Ponte Lama e poi verso i Gigli. Una volta arrivati nei pressi del centro commerciale, sempre inseguiti dalle Volanti, il conducente dell’autovettura invadeva la corsia opposta invertendo, con una manovra spericolata, la direzione di marcia. A questo punto l’auto, giunta di nuovo presso il Ponte Lama imboccava una rampa di uscita ma, a causa della forte velocità, andava a sbattere contro un parapetto fermando la sua marcia. Gli occupanti tentavano di darsi alla fuga a piedi ma venivano prontamente fermati dal personale delle Volanti. I due venivano identificati e sottoposti a perquisizione che permetteva di rinvenire 550 Euro e una borsa da donna con all’interno documenti riconducibili ad una signora residente a Vaiano. Subito contattata quest’ultima riferiva che poco prima aveva subito un furto della borsa custodita all’interno della propria autovettura mentre si trovava in questa via Firenze. Pertanto alla predetta signora venivano restituiti i soldi e la borsa con tutti i documenti mentre i due venivano accompagnati in Questura ove venivano tratti in arresto per il reato di furto pluriaggravato in concorso.

No comments