Intercettati dopo un tentato furto e arrestati: i proprietari di casa erano in ferie

0

PRATO – Importante intervento delle Volanti nella frazione periferica di Paperino, dove in base alla tempestiva segnalazione di residenti della zona, allarmati da alcuni rumori sospetti avvertiti in corrispondenza di un’abitazione di pratesi, momentaneamente fuori città per ferie, sono riusciti a giungere sul posto in tempo, grazie ai servizi disimpegnati nel periodo estivo con particolare riferimento al contrasto e della repressione dei furti in appartamento. Alle 3.40 circa, infatti, un equipaggio delle Volanti, rapidamente inviato in via Pastore, in località Paperino, per segnalazione di probabile furto in atto in un’abitazione condominiale, è riuscito a intercettare in strada, appena usciti dall’androne dello stabile, due individui sospetti che, incrociando gli Operatori della Polizia di Stato, avevano cercato palesemente di defilarsi ed eludere un controllo. Fermati e generalizzati per un trentaduenne e un quarantaduenne, georgiani risultati poi pluripregiudicati per furti e rapine, già in passato tratti in arresto per fatti specifici, gli Agenti hanno atteso l’arrivo di altri Operatori di Volante, con i quali veniva scovato il terzo componente della banda, ancora nascosto sul balcone del secondo piano dello stabile, dal quale erano provenuti i rumori che avevano determinato la segnalazione al 112 da parte di residenti della zona. Successivamente bloccato e identificato per un quarantaquattrenne georgiano, anche lui con precedenti specifici, peraltro trovato nell’occasione in possesso anche di un coltello a serramanico, si provvedeva a contattare telefonicamente il proprietario della casa, un pratese in quel momento non presente il quale, rientrato rapidamente in loco, consentiva di appurare come la portafinestra del balcone fosse stata divelta e forzata, anche se poi i ladri non avevano fatto in tempo a rubare alcunché, a causa dell’arrivo degli Operatori della Polizia di Stato, che hanno sequestrato diversi oggetti da scasso, tra cui grossi cacciaviti, un lungo bastone ricurvo in legno, un martello, uno scalpello nonché altri numerosi attrezzi rinvenuti in un’auto parcheggiata nelle vicinanze, della quale i georgiani disponevano le chiavi. Appurato che la plafoniera dei citofoni evidenziava incisi degli strani segni, riconducibili verosimilmente ai medesimi ladri, forse compiuti in un precedente sopralluogo per individuare preventivamente gli appartamenti al momento con residenti in ferie, gli Agenti hanno provveduto a condurre i tre pregiudicati georgiani in Questura, dove sono stati definitivamente tratti in arresto per il reato di tentato furto aggravato in concorso

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: