Intervento neurochirurgico con l’ausilio di un robot su bambino di 11 anni, Meyer in prima linea

FIRENZE – Intervento neurochirurgico con l’ausilio di un robot all’ospedale pediatrico Meyer di Firenze, su un piccolo paziente di 11 anni con una complessa malformazione cerebrale che gli causava gravi crisi epilettiche.
Grazie a un innovativo intervento neurochirurgico di tipo neuroendoscopico, condotto con l’aiuto del robot stereotassico, i chirurghi del Meyer hanno potuto rimuovere la malformazione.

L’intervento è durato otto ore, è stato condotto con diverse tecniche integrate: utilizzando un casco stereotassico, è stato fatto un piccolo foro nel cranio attraverso il quale è stata inserita una microtelecamera di 6 mm dotata di un sistema laser di coaugulazione e mobilizzata da un braccio robotizzato controllato dal neurochirurgo. In questo modo la malformazione, amartoma ipotalamico, è stata disconnessa e in parte distrutta, per circoscrivere e interrompere i circuiti neuronali responsabili delle crisi epilettiche. Il bambino è stato dimesso in benessere e le crisi epilettiche sono controllate.