Investita e morta: la storia di Lulù che ha commosso l’web

0

VERSILIA – Una foto, e un testo che solo a leggerlo fa commuovere anche i più duri di cuore. Lulù, morta dopo essere stata investita, che per mano del suo padrone, “scrive” su Facebook. Il post, con oltre 6500 condivisioni, ha commosso l’web e lo riproponiamo integralmente ai nostri lettori: “Grazie dottore per avermi investito con la sua auto su una stradina chiusa dove la velocita’ massima puo’ arrivare a 20 km/h… per non aver aspettato che mi scansassi, magari fermandosi un secondo, suonando il clacson, come si fa in genere.. per aver detto che il taglio sopra la mia testa, che partiva dall’occhio a dietro l’orecchio, fosse cosa da poco … per non essere passato, nei due giorni successivi, dai miei padroni e chiedere come stavo, ( pensiero: in genere i medici non lo dovrebbero fare? )… neppure incrociando il mio padrone, il giorno dopo, su quella maledetta stradina le e’ venuta voglia di chiedergli come stavo ? be’ dottore anche se non le interessa glielo dico io come sto…. sono morta! Purtroppo, caro dottore, la sua diagnosi era sbagliata, non era “cosa da poco” e se non avesse avuto furia di andarsene subito dopo magari se ne sarebbe accorto… avevo un trauma cranico causato dall’impatto della sua auto con la mia testolina. pero’ ho notato che la mia pozza di sangue davanti casa sua si e’ interessato subito di toglierla … ( pensiero: forse le faceva senso?) purtroppo sono morta con flebo, tubi respiratori infilati nella trachea, convulsioni e crisi respiratorie, in una clinica veterinaria. be’ in fondo la devo ringraziare dottore… non avendo dimostrato un minimo di amore, di interesse nel mio misero essere di canina anziana, che sperava di finire il suo tempo rinvoltolata nella cuccia e accarezzata dai suoi padroni… …ho capito che le vere bestie non siamo noi e questo mi rincuora”. Ciao piccola Lulù, riposa in pace.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: