“Jannacci Duet” in concerto al Teatro dei Rassicurati di Montecarlo sabato 3 febbraio

MONTECARLO – Prosegue con successo la nuova stagione di Prosa del Teatro Rasicurati di Monecarlo. Sabato 3 febbraio, alle 21,15, in concerto il “Jannacci Duet”, che vede impegnato il figlio di Enzo, Paolo Jannacci al piano con Daniele Moretto alla tromba, per una produzione Bubba Music srl.

Un duo jazz, dove le note volano, in una esibizione musicale basata soprattutto sulla ricerca dell’interplay (azione-rea-zione) e sulla sensibilità dei due artisti. La mancanza di un supporto ritmico come la batteria e il basso genera un suono raffinato, deciso, emozionale, perché esalta la melodia e l’interpretazione, proprio per la natura di uno strumento così intimo e diretto come la tromba.
 
Nel programma della serata brani dall’intenso lirismo come “Who can I turn to” di Leslie Bricusse, “Insensatez” di Jobim e “O que serà” di Chico Buarque, ma anche i brani originali di Paolo Jannacci come “Allegra” e “Chiara’s Tune”. Non manca il momento in cui Paolo omaggia il padre, interpretando pietre miliari della musica quali “Vincenzina” e “Vengo anch’io no tu no”. Ricerca artistica e lirismo fanno di questo duo una gemma nel panorama musicale.
 
Il Teatro dei Rassicurati di Montecarlo ha puntato la stagione sulla qualità, con un cartellone realizzato grazie alla positiva sinergia in atto da oltre 10 anni tra la Fondazione Toscana Spettacolo onlus, circuito multi disciplinare di teatro, danza e musica, e il Comune di Montecarlo. Per la stagione 2018 i due enti, in collaborazione con l’associazione And Or margini creativi, hanno realizzato un programma incentrato sulla drammaturgia contemporanea, con interpreti di fama e proposte di teatro contemporaneo e musicale.
 
Il prossimo appuntamento sabato 24 febbraio con “Maledetta Toscana”, viaggio cantato tra storie, aneddoti e canzonicon Igor Vazzaz e La Serpe d’Oro, una delle realtà musicali più interessanti del nostro panorama, il cui primo disco “Toscani randagi”, uscito in estate, ha riscosso un grande successo di pubblico e critica.
 
Ancora disponibili gli abbonamenti formule diverse, per più spettacoli, per un programma attento al rapporto qualità/prezzo: sei spettacoli a 55 euro con l’abbonamento intero e 40 euro per il ridotto. Da quest’anno poi attiva anche una proposta per i giovani con un abbonamento under 18 a 32 euro.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: