Ultime News

“La barca di Del Ghingaro va dritta contro gli scogli”

0

VIAREGGIO – “La barca che il Sindaco Del Ghingaro dice andare a gonfie vele in effetti va dritta contro gli scogli, ma a pagare il conto dei danni rischia di essere Viareggio, e noi della Lega Nord e Movimento dei cittadini per Viareggio e Torre del Lago ne constatiamo quotidianamente la rotta sbagliata e senza timone”. La nota stampa è a firma di Massimiliano Baldini, Maria Domenica Pacchini e Alfredo Trinchese: “L’ennesima dimostrazione di assoluta mancanza di capacità amministrativa si è avuta stamane in commissione sicurezza e Polizia Municipale allorquando, al momento dell’elezione del Presidente, la supposta maggioranza si è spaccata sul nominativo di Marinella Spagnoli e i due membri della Lista Del Ghingaro ,Troiso e Consani, hanno votato in maniera diversa con Troiso che astenendosi ha fatto mancare i numeri per la nomina della collega di Viareggio tornerà bellissima. Il dato è tanto formalmente quanto sostanzialmente preoccupante se si considera lo stato in cui la città versa da un punto di vista della sicurezza sociale e civile. La Commissione è organo di supporto all’attività del Consiglio e della Giunta, ma proprio da questo Organo giungono pericolosi segnali di assenza che fanno temere per come la città è amministrata e lasciata a se stessa. Sicuri, si cambia è stato lo slogan principe della campagna elettorale di Giorgio Del Gingaro che si è dimenticato però di completare il periodo con sicuri si cambia in peggio, che è ormai una certezza data dall’assoluta incapacità della compagine di maggioranza di saper affrontare qualsiasi questione inerente la gestione della cosa pubblica. Nessuna notizia di cosa intende fare l’assessore Manzo per migliorare la sicurezza dei viareggini e dei turisti, ma cosa peggiore nulla è stato fatto finora di concreto e tangibile. Perché i risultati si misurano sui fatti e sulle condizioni reali e questi due aspetti ad oggi dicono che la città è abbandonata a se stessa, che non c è nessuna idea da parte dell’ex questore di come poter migliorare la sicurezza del territorio e che la Polizia Municipale non è messa in condizioni di poter essere un sicuro punto di riferimento per la protezione ed il rispetto della legalità. E questo non certo per colpa degli Agenti ma per totale ed esclusiva responsabilità di chi la guida ed amministra. La mancanza di una linea politica ma cosa ben peggiore di un’ idea di politica sulla sicurezza lascia Viareggio in mano a se stessa e a chi sul territorio può operare fuori dai confini della liceità in maniera del tutto indisturbata. Non basta infatti lo sforzo profuso da Carabinieri, Polizia e addirittura Esercito per rendere la città sicura perché manca del tutto un coordinamento che dovrebbe essere operato da Sindaco ed assessore, che purtroppo però non hanno nessuna idea di cosa fare e di come farlo. Se 40 giorni, quelli cioè trascorsi dall’insediamento della Giunta, sono pochi per tracciare bilanci definitivi sono però sufficienti a rilevare che delinquenza, abusivismo, spaccio e teppismo sono oggi come due mesi fa una morsa che stritola la città e a cui Sindaco e Giunta non stanno in alcun modo ponendo rimedio. Ci auguriamo che l’assessore Manzo si cali nei panni del ruolo che occupa e inizi a prendere decisioni efficaci a contrastare il dilagante stato di criminalità presente sul territorio perché non basta essere stati dei buoni poliziotti per fare bene l’assessore e Viareggio necessita adesso di buoni amministratori.”

No comments