La Cgil a Del Ghingaro: “Serve un rapporto collaborativo”

VIAREGGIO – Comune, problemi e sindacato. E la Cgil provinciale interviene sulle vicende con un lungo comunicato stampa che riportiamo integralmente:

“La Segreteria Provinciale della CGIL di Lucca, in merito alle problematiche sindacali relative al Comune di Viareggio, dichiara quanto segue: Il Comune di Viareggio versa da tempo in una condizione di criticità amministrativa, produttiva, sociale. Questi temi sono stati affrontati dal Sindacato nel corso di questi anni con le precedenti Amministrazioni, ma a causa della responsabilità ed inadeguatezza delle stesse, non abbiamo assistito all’inversione di tendenza di cui la città aveva necessità, al punto che la crisi amministrativa è sfociata nel dissesto e nel commissariamento del Comune. Con l’Amministrazione in carica riteniamo necessario costituire un sistema relazionale adeguato, propositivo e soprattutto concreto, trasparente e di merito sulle questioni aperte. Assieme alle Segreterie provinciali di Cisl e Uil, alla fine del mese scorso, abbiamo proposto al Sindaco di Viareggio, l’apertura di un confronto con le modalità suddette, definendo nella data del 10 settembre p.v. il primo incontro. Affermiamo con chiarezza che la soluzioni allo stato di crisi del Comune di Viareggio, va individuata escludendo che ci siano ulteriori ricadute sulle fasce sociali più deboli. Per la CGIL i temi centrali sono quelli relativi agli assetti produttivi, allo sviluppo ed all’occupazione per il territorio di Viareggio, con particolare attenzione a quelli più urgenti quali la cantieristica, il sistema delle società partecipate del Comune,la Contrattazione sociale, temi di primaria rilevanza per il Sindacato, per le implicazione occupazionali e sociali che gli stessi rivestono In merito alle decisioni dell’Amministrazione comunale sulle società partecipate, per le quali da tempo è necessario procedere ad una riorganizzazione societaria, la situazione rimane complessa nei contenuti finanziari e normativi, dovrà essere afffrontata nel merito, all’interno del quale noi ribadiamo delle priorità: – la salvaguardia occupazionale; – il rispetto dei diritti dei Lavoratori e del ruolo del Sindacato; – la soluzione delle annose criticità organizzative rendendo i servizi amministrativi, funzionali alle esigenze del territorio, – individuazione di interventi e progetti per il territorio comunale, orientati allo sviluppo industriale e del sistema dei servizi. Nella fase di confronto qui descritta, è nostra intenzione coinvolgere le Categorie Provinciali, agendo assieme nella ricerca di proposte e nelle iniziative che si renderanno necessarie nel complesso confronto che ci attende”.

Lascia un commento