“La fase delle mascherine gratis per tutti va ripensata. Spendere altri 41 milioni di euro in mascherine è uno spreco: compriamole per chi non può permettersele”

Firenze – “ Per comprare 28 milioni di mascherine ad oggi la Regione Toscana ha speso 14 milioni e 400mila euro, soldi dei cittadini toscani e non del Partito democratico come qualcuno ha voluto far credere. Visto che sono stati spesi soldi pubblici, ho chiesto la massima trasparenza. Ho chiesto ad Estar se c’è stato un bando, chi ha

Paolo Marcheschi

partecipato, se altre aziende sono state escluse e dove sono i contratti. Chi ha poi certificato le mascherine? La Regione sostiene che sono state testate dall’Università che però non è un ente certificatore. Chiedo al Presidente Rossi di venire in Consiglio a decidere cosa è meglio fare nella Fase2 -dichiara il Consigliere regionale Paolo Marcheschi- Si vuole davvero acquistare 70 milioni di mascherine a fronte di una spesa di ulteriori 41 milioni di soldi dei toscani? Visto che, comunque, adesso le mascherine si trovano in commercio, Si potrebbe comprarle per chi non può permettersele e mettere i soldi risparmiati a disposizione di aziende e famiglie in crisi. Oppure per comprare tamponi e test sierologici”.