“La Lega da sempre si fa promotrice e portatrice della logica di affidare le case popolari prima agli italiani”

VIAREGGIO – “La Lega da sempre si fa promotrice e portatrice della logica di affidare le case popolari prima agli italiani. Un concetto che noi ribadiamo con forza. La forza di una scelta e la volontà di difendere i nostri connazionali assicurando loro un diritto e una condizione di sviluppo dignitoso della loro vita”.

La nota arriva dal consigliere del Carroccio Alfredo Trinchese:

“E questa opportunità non è frutto di una forzatura normativa ma al contrario dell’applicazione della Legge che troppo spesso nel nostro paese invece viene subordinata a logiche remissive e di accoglienza che non tengono conto del dovere di rispettare e tutelare gli italiani. L’applicazione della Legge 431/98 in combinato disposto con il DPR 445/2000 consente infatti alle Amministrazioni di poter chiedere a tutti i soggetti, comunitari ed extracomunitari, un’idonea certificazione che attesti la mancanza di proprietà immobiliari sul territorio nazionale ed in quello di origine, ponendo in giusto rilievo un principio che deve essere uniforme. Prima gli italiani è dunque una scelta politica ed ideologica che può e deve essere perseguita e che trova un’applicazione normativa in quanto appena detto. Oggi, in un momento di forte crisi lavorativa e di connessa emergenza abitativa, rileviamo come il Comune di Viareggio stili graduatorie per l’assegnazione degli alloggi popolari che non tengono in nessuna considerazione quanto noi vorremo applicato. Ma di più il Comune di Viareggio ha alloggi praticamente ultimati da anni che non sono messi a disposizione della comunità, aggiungeremo noi la comunità di italiani. Ci riferiamo alle case poste a Torre del Lago in via Aurelia angolo via Guidicciona, che sono ultimate nella loro struttura da anni e di cui ancora non si è proceduto ad assegnazione. Qualsiasi sia il problema che impedisce ad ERP e comune di destinare tali immobili alle comunità non è sicuramente così grande come i problemi di chi oggi vive senza casa o in condizioni di non decoro e non dignitosa sussistenza. Invitiamo dunque l’Amministrazione a porre urgentemente rimedio alla cosa e ad assegnare gli immobili di Torre del Lago con rapidità a chi ha la necessità degli stessi invitando il Comune ad adeguarsi a quanto fatto ad esempio a Cascina, dove la Lega è forza che amministra la città, privilegiando l’assegnazione delle case popolari agli italiani. E’ una scelta si, ma è una scelta giusta e concreta che va incontro alle necessità di un Paese e di una comunità.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: