La magia del Carnevale baciata dal sole, boom di presenze al terzo corso

1

VIAREGGIO – Grandiosi, immensi, i carri del Carnevale di Viareggio di prima e seconda categoria, con le mascherate di gruppo e isolate e le carrette hanno sfilato per la terza volta. Imponenti, come sempre, con coreagrafie curate, e sceniche. Unico “neo” lo stop, per guasto tecnico, di Bang Bang dei Fratelli Cinquini. Una domenica baciata da sole quella andata in scena a Viareggio e che ha attirato tanta gente sui viali a mare, con buona pace di chi lavora nel turismo – gli alberghi hanno fatto il pienone – e per il bilancio della Fondazione. Il triplice colpo di cannone, alle 15, ha dato inzio allo show, e alle danze – oggi in diretta Rai con Federico Monechi, Marco Hagge e Alberto Severi – , dopo il flash mob solidare in piazza Mazzini della onlus Dynamo Camp, struttura italiana di terapia ricreativa per minori malati di diabete, cancro e patologie oncologiche, con sede a San Marcello Pistoiese. Ma la solidarietà non si è fermata, e ospiti al terzo corso – come annunciato – c’erano i bambini di Amatrice. A sorpresa, sulle tribune in piazza Mazzini, il prefetto vicario di Firenze, ex Commissiario prefettizio di Viareggio, dottor Fabrizio Stelo.

Gli incassi saranno resi noti nei prossimi giorni, ma dalle immagini scattate durante il corso, il “pigia pigia” lungo il circuito fa ben sperare. Lo scorso anno, con il brutto tempo, il botteghino riscosse 305mila euro.

“Questo lo possiamo definire il carnevale dei records: di partecipanti e di incassi.
Si po’ dì “in culo ai menagramo” – scrive su Facebook “Re Giorgio, al secolo Del Ghingaro, sindaco: “Viva Viareggio e viva il Carnevale”.

” Peccato che il record storico assoluto è mio – controbatte Alessandro Santini, ex presidente della Fondazione: “Con 720mila euro di incasso nel 2012”.

Guarda la foto gallery a cura di Letizia Tassinari:

1 comment

Post a new comment