Ultime News

“La memoria degli ultimi”: alle Scuderie Granducali il film dedicato ai combattenti partigiani

SERAVEZZA – I giovani e la memoria: sabato mattina alle Scuderie Granducali il regista Samuele Rossi presenta il film documentario “La Memoria degli Ultimi” dedicato ai combattenti partigiani. Invitate le scuole del territorio. Un evento gratuito e aperto a tutti

 
Alle origini della nostra storia recente: per riscoprire la forza e i sacrifici che hanno costruito l’Italia libera del Dopoguerra; per salvaguardare e recuperare valori che sembrano scivolar via, inesorabilmente e pericolosamente, dalla nostra memoria collettiva. È il tema dell’evento in programma sabato 26 maggio con inizio alle ore 10 al Teatro delle Scuderie Granducali, aperto alle scuole del territorio e a tutta la cittadinanza (ingresso libero). Alla proiezione del film-documentario “La memoria degli ultimi” del regista Samuele Rossi seguirà l’incontro con l’autore, presente in sala per rispondere alle domande degli studenti e del pubblico.
 
“La memoria degli ultimi” è un racconto che “sprofonda nella memoria della Guerra e della Resistenza, attraverso le vite e gli sguardi di sette ex-partigiani combattenti: gli ultimi non solo per ragioni anagrafiche, ma anche per riconoscimenti storico/sociali da parte del nostro Paese. Sono loro i protagonisti di un viaggio nel passato e nei luoghi che hanno segnato per sempre il loro animo, pagine di vita vissuta, dolorosamente intima, ma parte di ognuno di noi. Ritratto indiretto, dunque, di un presente tragico e amaro che sembra aver dimenticato le origini della propria Storia e perduto il senso di quei valori, fondamentali nel cammino di un popolo”.
 
Un tema ostico e ricorrente – i giovani e la memoria – scelto per aprire l’edizione 2018 di Memofest, il festival che sabato 26 e domenica 27 maggio terrà banco nell’Area Medicea di Seravezza con ospiti, incontri, presentazioni di libri, spettacoli. Nove eventi in due giorni, quasi tutti ad ingresso gratuito, ed altrettante occasioni per riflettere – anche con leggerezza, ma sempre in modo intelligente – sull’oggi e sul recente passato. Dopo la proiezione alle Scuderie, il primo giorno del festival proporrà a Palazzo Mediceo gli incontri con il giornalista Luca Telese (“Cuori contro”, ore 17:30), con il neurologo Fabio Benfenati (“I meccanismi della memoria”, ore 18:30) e con l’inviata Rai Eva Giovannini (“Europa anno zero”, ore 19:30). La giornata si concluderà alle 21:00 in piazza Carducci con una straordinaria serata al ritmo della milonga argentina.
seravezza