Ultime News

La Mille Miglia accende i motori, Pietrasanta prepara l’accoglienza

PIETRASANTA – La Mille Miglia accende i motori e Pietrasanta prepara l’accoglienza. Prenderà il via mercoledì 16 maggio la trentaseiesima rievocazione. Saranno quattro giorni di viaggio attraverso l’Italia più bella. Rispettando la tradizione, il percorso prenderà il via e terminerà a Brescia, attraversando mezza Italia prima e dopo il giro di boa a Roma. Tra le novità dell’edizione 2018, ci saranno il passaggio a Lucca e lungo la Versilia. A Pietrasanta le Mille Miglia arriverà, per una sosta timbro in Piazza del Duomo, venerdì 18 maggio, dalle ore 14 alle ore 20, entrando in città da via Garibaldi e uscendo da via Mazzini, destinate a diventare una vera e propria passerella per le 450 vetture d’epoca in gara. Vetture di straordinario valore storico, tecnico e sportivo, appartenenti a ben 72 diverse case costruttrici. La corsa simbolo dell’eccellenza italiana nel mondo, capace di coniugare tradizione e innovazione, vivrà anche quest’anno il prologo di due eventi collaterali riservati a 130 vetture moderne: il Ferrari Tribute to 1000 Miglia e il Mercedes Benz 1000 Miglia Challenge. Decine e decine di giornalisti e persone di staff agli equipaggi in gara si muovono al seguito delle auto, pertanto ogni luogo in cui la corsa di ferma si promuove con le sue carte vincenti. Dunque tutti aperti i musei cittadini potranno essere visitati il Complesso di Sant’Agostino con le mostre e il Museo dei Bozzetti, il Museo Archeologico “B. Antonucci”, la sezione di Palazzo Panichi dei Bozzetti e naturalmente il Museo Barsanti che celebra proprio l’inventore del motore a combustione interna nel nome del quale sabato 19 sarà assegnato il XVIII Premio Internazionale Barsanti e Matteucci. Il vincitore sarà in città già dal giorno precedente per salutare l’evento Mille Miglia a Pietrasanta.

Intanto la città si veste a festa con i colori della Mille Miglia. Striscioni e bandierine saranno appesi lungo il percorso delle auto per dare il benvenuto a questo “museo viaggiante unico al mondo”, come fu definito da Enzo Ferrari, con annessa parata di vip. Qualche nome, in attesa dell’elenco ufficiale? Si segnalano Jochen Mass, pilota tedesco in Formula 1 negli anni ’70 e ’80, l’italiano Nicola Larini (che correva in Ferrari), il campione del mondo di rally Walter Rohrl. Direttamente dal palcoscenico musicale il cantante Piero Pelù: correrà a bordo di un’Alfa Romeo Giulietta Sprint Bertone del 1955, insieme alla compagna, la celebre direttrice d’orchestra Gianna Fratta. Si parla anche di Gianni Morandi, ma resta da capire se sia veramente il cantante di Monghidoro o l’omonimo imprenditore toscano che più volte ha creato curiosi equivoci, data la comune passione per le auto d’epoca, mentre Chris Martin, il leader dei Coldplay, ha ceduto il posto al suo bassista Guy Berryman. Tra gli altri ospiti speciali ci saranno l’ex pilota di Formula 1 Giancarlo Fisichella e al volante di una fiammante Porsche 550 A, Patrizio Bertelli, ad di Prada. Nella folta lista dei parteciopanti c’è anche un pietrasantino, l’imprenditore Stefano Varia.