La Piazza di Abetone pedonale piace: a breve il via al secondo step

ABETONE (PT) – Il periodo di prova della Piazza di Abetone versione pedonale è terminato e il cosiddetto primo step lascia il posto ma soprattutto la voglia di iniziare subito con la fase II, che prevede la messa in atto dei lavori che rivoluzioneranno il centro cittadino in modo definitivo.

Il nuovo corso dell’ Amministrazione Petrucci ha impiegato poco tempo affinchè uno dei progetti urbani più rilevanti esposti nel programma elettorale di centro-destra diventasse realtà. Stiamo parlando di Giriamo la Piazza, un’idea progettuale dell’ Ing. Massimo Dringoli, Professore alla Facoltà di Ingegneria dell’Università di Pisa, che ha superato con successo il primo step (o periodo di prova). Quest’ultimo prevedeva lo spostamento della carreggiata della Statale del Brennero dalla parte opposta della Piazza, in modo da mantenere pressochè intatto il numero dei posti auto a disposizione, ma di guadagnare un’area a misura d’uomo, residente o turista, che potesse usufruire dello spazio pedonale e delle attività commerciali circostanti.

E così è stato: il centro cittadino è divenuto ben presto un posto tranquillo e sicuro dove passeggiare senza doversi preoccupare delle auto in transito, uno spazio aperto dove i bambini potessero sentirsi liberi di correre e giocare, dove leggere il giornale comodamente seduti sulle panchine posizionate al centro dell’area o semplicemente chiacchierare mangiando un gelato in tutta sicurezza.

Adesso è il momento di procedere con il secondo step, ovvero la vera e propria realizzazione della Piazza di Abetone, mantenendo il nuovo percorso della Statale creato nel periodo di prova e, con un nuovo accesso pedonale direttamente dalla Piazza al parcheggio del Catinozzo, recuperare circa 150 posti auto. Il periodo di prova è rimasto in fase di studio dal 7 al 31 agosto, afferma il Vice-Sindaco e Assessore all’Urbanistica di Abetone Cutigliano Alessandro Barachini, con un successo davvero inaspettato. La nuova zona pedonale, che ricordiamo è stata abbellita da quattro imponenti sculture in bronzo dello scultore di fama internazionale Franco Adami, è divenuta presto un luogo di incontro e passeggio, un punto di riferimento che da sempre mancava nel centro cittadino; la Piazza è fondamentale in ogni centro che si rispetti, non a caso fin dall’antichità tutto nasceva e si sviluppava intorno all’Agorà. Il nuovo piano, quello definitivo, verrà collaudato la prossima primavera e non vediamo l’ora di regalare ai residenti, ai cittadini e ai turisti questo nuovo spazio tutto per loro.

Un grazie va sicuramente ad Artitaly e alla collaborazione con il suo patron Massimiliano Simoni, che ci ha fatto da tramite con il Maestro Franco Adami, che con le sue quattro opere La Tartaruga, La Mosca, La Mosca Impazzita e Il Cavaliere Nero ha dato un tocco di arte e sacralità a questa importante, fondamentale direi, prima fase sperimentale.

 

Lascia un commento