La plastica in mare? Ci pensano i bambini di Viareggio

Come si può cambiare in maniera più sostenibile il pianeta e ridurre l’impatto dell’uomo sull’ambiente? #Batti5, il progetto educativo e creativo ideato da Worldrise ONLUS che tratta l’inquinamento della plastica in mare, ha pensato che il modo migliore per iniziare sia quello di rivolgersi alle nuove generazioni, ponendo l’accento sul ruolo attivo che ciascuno può assumere e sui comportamenti da adottare per ridurre l’inquinamento e migliorare la salute del pianeta.

Nella settimana dal 3 al 10 aprile #Batti5 è stato realizzato a Viareggio, grazie al sostegno del cantiere VSY che nell’ambito della piattaforma Waterevolution sta da tempo lavorando in modo strutturato sui programmi legati alla sostenibilità del mare, portando in città un’esperienza che ha coinvolto ed entusiasmato i bambini dell’Istituto Comprensivo Darsena.

Dopo una prima lezione introduttiva sugli impatti della plastica, i bambini hanno pulito un tratto di spiaggia raccogliendo circa 30 chili di plastica. Poi hanno trasformato il materiale raccolto in oggetti artistici da esibire nei pannelli informativi e divulgativi posti all’entrata delle spiagge principali di Viareggio.

Oltre ai bambini dell’Istituto Comprensivo Darsena il progetto, con il patrocinio del Comune, ha anche coinvolto 38 giovani consiglieri comunali di Viareggio attraverso una collaborazione con la biblioteca multimedia Immaginaria e il laboratorio città dei bambini di Viareggio, i quali si sono attivati personalmente per sensibilizzare diversi istituti scolastici della città.

Lascia un commento