La Regione Toscana si prenderà carico della lotta a mafia e criminalità organizzata: vittoria dei “grillini”

TOSCANA – “L’ultimo Consiglio regionale ha segnato una piccola svolta. All’unanimità l’aula ha approvato il nostro atto sul contrasto alla criminalità organizzata in Toscana. Grazie a questa mozione il Consiglio regionale potenzierà gli strumenti di controllo, rafforzerà l’Osservatorio sulla legalità e ha impegnato la Giunta regionale a compiere “azioni e politiche mirate alla concreta ed efficace lotta alla mafia e alla criminalità organizzata”” così Gabriele Bianchi, consigliere regionale M5S primo firmatario dell’atto, nel post www.movimento5stelletoscana.it/antimafia-primo-risultato-raggiunto/

 

“Siamo soddisfatti dell’aver ottenuto dal Consiglio la presa d’atto di un problema da noi più volte sollevato” prosegue il vicepresidente della Commissione Affari Istituzionali “ovvero la presenza consolidata della criminalità organizzata nella nostra regione e la necessità che la Regione, come istituzione, si prenda carico della questione in ogni modo, visto che recenti studi censiscono ben 35 organizzazioni di stampo mafioso con sede operativa in Toscana, tra le quali la mafia russa, quella cinese, la ‘Ndrangheta, la Camorra e Cosa nostra”.

“Chi la dura la vince. E anche questa volta i cittadini onesti, attraverso il Movimento 5 Stelle, hanno vinto” conclude Gabriele Bianchi.