La ricetta della settimana: Cristoforo Trapani ospite a Masterchef

FORTE DEI MARMI- Continua la prestigiosa carriera di Cristoforo Trapani, lo chef stellato originario di Piano di Sorrento ospite della nona puntata del talent culinario più famoso della Tv, Masterchef Italia.


Cristoforo Trapani, classe 1988 e campano di Piano di Sorrento ha già raccolto, in una manciata di anni dedicati alla cucina, esperienze molto importanti. Guida la cucina di un ristorante stellato, il Magnolia dell’Hotel Byron a Forte dei Marmi, è nei mesi di chiusura invernale, investe il suo tempo per viaggiare e trovare altri maestri, come ad esempio Yannick Alléno, da cui è stato recentemente.

In Versilia ci è arrivato invece assecondando lo stimolo di un caro amico, che lo ha messo in contatto con il proprietario dell’Hotel Byron Salvatore Madonna. Madonna è andato a trovarlo nel ristorante Piazzetta Milù, di Castellamare di Stabia, di cui Trapani era chef. L’innamoramento reciproco è stato immediato e il cuoco campano, una volta arrivato al Forte, ha mantenuto le aspettative, riuscendo a confermare la stella Michelin già assegnata al Magnolia.

Le fortune raccolte in Toscana non gli hanno però fatto dimenticare il suo legame fortissimo con la terra natale. 

Ieri sera, Trapani ci ha deliziato con una buonissima ricetta, un suo cavallo di battaglia, i suoi Rigatoni al pomodoro, cremoso di bufala e basilico, un dessert a base di pasta e pomodoro, che i concorrenti hanno dovuto replicare alla perfezione nel Pressure Test. Sfida finale che ha decretato l’uscita dalla gara di uno degli aspiranti masterchef, Federico, il giovane pescatore di Chioggia.

“Rigatone, pomodoro San Marzano e mozzarella di Bufala” di Chef Cristoforo Trapani

INGREDIENTI

  • Stracciatella di bufala o burrata,250 g;
  • Colla di pesce,5 g;
  • Panna,60 g;
  • Pomodoro San Marzano;
  • Zucchero, 120 g;
  • Timo; Basilico;
  • Sale;
  • Pectina,2 g;
  • Olio di semi di girasole;
  • Arancia, 1;
  • Limone di Sorrento, 1;
  • Rigatoni, 20;
  • Acqua;
  • Zucchero a velo;
  • Mozzarella di bufala disidratata, 1;
  • Sale Maldon;
  • Olio evo.

PROCEDIMENTO

1. Per il ripieno frullare la stracciatella di bufala o burrata con la panna, scaldarne un terzo e portarlo a 40°C, aggiungere la colla di pesce. Far raffreddare il tutto e mettere in una sac à poche.

2. Per la confettura cuocere i pomodori per circa 15-20 minuti con lo zucchero, la pectina, il timo, il basilico e un pizzico di sale, avendo l’accortezza di selezionare le foglioline più belle di timo e basilico per guarnire poi il piatto. Raggiunta la consistenza, setacciare e raffreddare. Preparare un biberon con la confettura per facilitare l’impiattamento.

3. Fare bollire la pasta in acqua leggermente salata con la scorza di arancia e limone per 12 minuti. Scolare e raffreddare per bloccare la cottura e asciugare. Friggere i rigatoni in olio di semi di girasole portato a 160 °C fino a quando imbruniscono bene.

4. Impanare i maccheroni in zucchero a velo e farcirli con la mozzarella. Mettere la confettura sia sopra i maccheroni sia a punti nel piatto e guarnirli con le foglioline aromatiche selezionate. Lucidare con poco olio, mettere un pizzico di sale Maldon e concludere il piatto con la mozzarella disidratata grattugiata sopra i maccheroni.