Ultime News

“La senatrice Granaiola comunichi chi ha sostenuto la candidatura non ufficiale del Pd”

0

VIAREGGIO – “In relazione a quanto apparso sugli organi di informazione locali, relativamente alle dichiarazioni della Senatrice Manuela Granaiola “Pessima decisione del PD su Del Ghingaro”, si legge che la Senatrice afferma possono invece reiscriversi quanti hanno”semplicemente” sostenuto la candidatura non ufficiale del partito”. Con questa nota Giancarlo Meini, in qualità di Presidente della Commissione di Garanzia territoriale della Versilia, chiede che “la Senatrice Granaiola, per moralità e onestà intellettuale, comunichi a questa Commissione i nomi degli iscritti di sua conoscenza che hanno “semplicemente” sostenuto la candidatura” non” ufficiale del Partito Democratico a Viareggio. Tutto questo per ottemperare al meglio al nostro lavoro come Commissione di garanzia, e soprattutto, per il rispetto delle regole e della legalità, in questa fase di avallo dei requisiti necessari per l’eventuale iscrizione al nostro partito. Vogliamo rendere trasparente il nostro partito agli occhi degli elettori e ai cittadini tutti”.

“Il verbale della Commissione di garanzia nazionale del PD  conferma che all’odg non c’era la questione del Sindaco, che era invece, giustamente all’odg della commissione lucchese competente per territorio –  risponde la senatrice Manuela Granaiola -: “Purtroppo il clamore suscitato dalla vicenda ha trasformato il caso in un caso nazionale ( forse il prefisso 06 è stato digitato da chi non ha digerito la soluzione lucchese ) e l’organismo centrale ha dovuto deliberare anche sull’iscrizione al partito del Sindaco, al quale peraltro viene espresso un convinto riconoscimento della sua vittoria e del suo radicamento sul territorio. Nell’articolato si dice anche chiaramente che tutti coloro che hanno sostenuto a vario titolo e con varia intensità Giorgio Del Ghingaro potranno iscriversi o reiscriversi al Partito Democratico e non è certo compito della sottoscritta,proprio per onestà intellettuale o per semplice serietà, neanche su sollecitazione del Presidente della commissione territoriale fornire una “lista degli iscritti di mia conoscenza “che lo hanno sostenuto. E poi a quale scopo? per negargli la tessera e riaprire un ulteriore contenzioso o….per mandarli in Siberia???? Tra l’altro credo proprio che a tali persone, se la richiedono e se non ci sono altri seri motivi ostativi, debba essere rilasciata la tessera senza ulteriori discussioni.  L’assurda richiesta del signor Meini mi fa pensare che forse le violazionì all’ . 2 dello statuto del PD citato nella delibera della commissione nazionale , lettera a) e b) e c) sono state effettuate proprio dal Pd della Versilia”.

No comments