La sicurezza come percezione aldilà di cifre e dati numerici

0

VIAREGGIO – “Il senso di sicurezza passa attraverso la percezione; e sicuramente nella stagione turistica appena trascorsa, gli operatori economici, i turisti e i cittadini ne hanno constatato il deterioramento.” La dichiarazione porta la firma della Presidente di Confesercenti Versilia, Esmeralda Giampaoli, che commenta gli esiti del recente Comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza, tenutosi presso la Prefettura di Lucca. “I dati numerici evidenziano un calo consistente dei reati rispetto al 2015, nonostante le note difficoltà in cui si trovano ad operare le nostre forze dell’ordine, e di questo non possiamo che essere felici. Sostenere che è calato il numero delle denunce è la classica risposta d’impeto che non offre spunti di riflessione, necessaria invece se vogliamo intervenire concretamente per circoscrivere i fenomeni criminosi e promuovere sicurezza e presidio del territorio.” Prosegue la Presidente della locale Confesercenti “Riteniamo quindi opportuno osservare il fenomeno da un’angolatura differente, che aldilà del mero dato quantitativo, esplori gli aspetti qualitativi del vivere quotidiano di imprese, turisti e residenti. Non avere la possibilità di rilassarsi nella hall di un albergo fronte mare, provare disagio durante una passeggiata o una corsa serale in un parco cittadino, passare la giornata sul mare col timore che la catena con cui è stata legata la propria bicicletta non sia sufficientemente spessa, osservare figure circospetti muoversi con disinvoltura e un forte senso di impunità, sono alcuni segnali significativi di un senso di insicurezza che è crescente. Se non sotto il profilo quantitativo, sicuramente dal punto di vista qualitativo. Questo segna il termometro dei nostri commercianti e questo hanno letto sul volto dei nostri turisti gli albergatori, i titolari dei campeggi, gli imprenditori balneari e i ristoratori. Nelle loro imprese il turista si sente sicuro, fuori questo senso di sicurezza vacilla, e in modo importante.” La ricetta di Confesercenti è ancora nelle parole di Giampaoli, e parte dall’esigenza di “affrontare da subito le questioni in vista della prossima stagione. Plaudiamo alla decisione di installare nuove telecamere di videosorveglianza in punti strategici della città, ma riteniamo che debbano essere promosse soluzioni strutturali atte a valorizzare il presidio e la presenza sul territorio di imprese e operatori. Ci riferiamo ad un progetto di sviluppo di Piazza Cavour e del centro cittadino, a garantire la manutenzione ordinaria dell’arredo e del verde urbano, anche favorendo gli investimenti privati, a garantire maggiore presenza sul territorio delle forze dell’ordine e di polizia locale, ad assicurare il rispetto dei regolamenti sulle aperture delle attività in concessione, per citare solo alcune componenti di una strategia globale di intervento. Su questa strategia Confesercenti e i nostri imprenditori sono disponibili a dare il loro contributo fattivo.”

No comments