La storia dello sport viareggino, Rizzo e Romani in Comune

VIAREGGIO – Sport in primo piano a Viareggio: il vicesindaco Valter Alberici e il consigliere delegato Rodolfo Salemi incontrano le realtà del mondo sportivo viareggino.

Nei giorni scorsi sono stati accolti nel palazzo municipale il sensei Francesco Romani e Ferdinando Rizzo, presidente della CTZ panificio Carlotta, insieme ad altri rappresentanti della squadra veterana del calcio amatoriale. Due personaggi che hanno letteralmente scritto la storia dello sport della nostra città.

Romani, classe 1933, è uno dei principali contributori della diffusione del karate in Italia. È stato Vice Presidente dell’Unione Europea Aikido, Vice Presidente della Commissione Tecnica di Karate, Presidente del Gruppo Arbitri di Karate, Arbitro Nazionale di Karate, Presidente della Commissione Tecnica Aikido, Docente all’Accademia Nazionale di Judo, Atleta Azzurro d’Italia.

Per quanto riguarda il karate tra i suoi Maestri, oltre a Wladimiro Malatesti, sono da nominare Tetsuji Murakami (universalmente riconosciuto come pilastro dello stile Shotokai), Hirokazu Kanazawa (leggenda vivente del karate, allievo prediletto dello scomparso Maestro Masatoshi Nakayama e uno dei pochi fortunati, tuttora in vita, a essersi allenati anche con Gichin Funakoshi), ed il già citato Henry Plée (Maestro di importanza altrettanto fondamentale per la diffusione del Karate in Francia e in Europa).

Nel 1959 ha fondato una delle prime società di arti marziali in Italia. Attualmente è cintura nera 9° dan di Karate, cintura nera 6° dan di Aikido, cintura nera 5° Dan di Judo. Nel 2009, è stato insignito dal CONI della stella al merito sportivo.

Ferdinando Rizzo, classe 1930, ex calciatore negli ani 60 e 70 del secolo scorso. Anima della CTZ Panificio Carlotta, che compie 30 anni quest’anno. La squadra nasce infatti nel 1987 dai fratelli Rizzo (Graziano e Roberto) e dal padre Fernando. Ha vinto 7 coppe disciplina di cui 3 assolute ed ha collezionato una promozione in serie A.

Lascia un commento