La stufa va a fuoco nella notte: salvo grazie ai gatti

Salvo grazie ai gatti. Luca Bicicchi, 50 anni, artista dei fiori e delle piante, viene svegliato dai suoi amati mici mentre la casa va a fuoco. Nella serata del 17 febbraio, giorno in cui, dal 2002, si festeggia poprio il gatto, la stufa di casa è andata a fuoco mentre Luca stava dormendo profondamente, da solo al piano superiore dell’abitazione di Camaiore. Luca è il titolare dell’Hortus Contemporaneo, attività tra serre e oggettistica posta tra Camaiore e Capezzano, all’inizio della via Dietromonte: è molto conosciuto, esegue allestimenti floreali di cerimonie importanti, grazie ai quali ha vinto numerosi premi.

Oltre che essere un grande amante dei gatti, che si coricano accanto a lui alla sera nel lettone e che, possiamo dire, sono stati la sua fortuna.

“Stavolta è andata bene – scrive sul social – i miei gatti mi hanno appena salvato la vita: ho rischiato di morire soffocato. Dormono con me e mi hanno svegliato: mi sono trovato la camera piena di un fumo denso…”. Al piano terra del rustico dove vive, la stufa a pellet era accesa, regolata per spengersi a mezzanotte: qualcosa è andato storto.

“La stufa stava andando a fuoco – racconta il Bicicchi – ho aperto le finestre e non riuscivo nemmeno a vedere le scale interne di casa. Poi sono sceso di corsa e sono riuscito a gettare la stufa fuori, all’esterno. Piano piano l’aria ha cominciato a circolare…”. Bicicchi poteva morire soffocato se i salvifici mici non avessero cominciato a toccarlo, a miagolare insistentemente, a saltargli addosso. Una storia a lieto fine, quella avvenuta a Camaiore, grazie al fondamentale aiuto dei felini.