Ladro in azione fermato grazie alle urla di due bambine

AREZZO – “Ruba in un’auto ma a bordo ci sono due bambine che urlano e lo fanno arrestare”. È quanto accaduto in pieno giorno ad Arezzo, dove un uomo, pregiudicato e agli arresti domiciliari nell’abitazione della compagna, è uscito di casa e ha compiuto un furto in un’auto in sosta coi finestrini aperti.

Una volta entrato, però, è stato travolto dalle grida impaurite di due bambine sui sedili posteriori, che forse non aveva visto. Le ragazzine hanno iniziato a urlare disperatamente mettendo in fuga il malvivente, per poi contattare telefonicamente il nonno di una delle due, che si trovava a pochi metri di distanza. L’anziano, andato a prendere la nipote e una sua amichetta all’uscita dalla scuola, aveva lasciato per breve tempo sole le due ragazzine sedute nel veicolo mentre stava sbrigando una commissione nelle vicinanze.

La polizia grazie alle indicazioni delle due bambine, che avevano visto il ladro in fuga entrare in un portone poco distante, ha rintracciato l’uomo. L’arrestato deve adesso rispondere di furto e evasione.