L’antefatto a Viareggio della tragedia di Villa Massoni a Massa: se ne occupa l’avvocato Popper

0

VIAREGGIO – L’antefatto a Viareggio della tragedia di Villa Massoni a Massa.

L’avvocato James Popper del Foro di Lucca, con studio a Pietrasanta, stato incaricato dal professor Marco Casonato, attualmente detenuto nel carcere di Massa per l’omicidio del fratello Piero avvenuto a Villa Massoni, di chiarire un episodio avvenuto a Viareggio la scorsa primavera.

Nelle denunce presentate da Marco Casonato già nel maggio scorso, inviate al dottor Cerù, responsabile della Psichiatria di Massa, e anche alla dottoressa De Lauretis, Casonato ricordava che il fratello Piero era stato ricoverato per sei mesi in OPG nel 2008 e, con preoccupazione, segnalava che i recenti comportamenti denunciati alla Procura erano legati ad una ricaduta e richiedevano il pronto accertamento da parte dei servizio competente.

Il primario del reparto di Psichiatria dell’ospedale “Versilia”, professor Mario Di Fiorino, per i fatti accaduti a Viareggio, ha subito richiesto un’ordinanza al Sindaco di Viareggio di accertamento sanitario obbligatorio, che è stata emessa. Purtroppo il dottor Piero Casonato, nel frattempo, era rientrato a Massa e, nonostante le denunce del fratello, Marco Casonato, e l’ordinanza del Sindaco di Viareggio, di cui è stato informato il responsabile di Massa dottor Cerù, cosi pare, nessuno si è mosso. Marco Casonato è rimasto inascoltato, pur avendo sempre continuato a denunciare l’aggravarsi della situazione, anche dopo le aggressioni, il ritrovamento delle armi, la ruspa rovesciata e l’incendio di fronte alla Villa.
TG regione, la scorsa settimana, ha pubblicato la foto dell’autovettura guidata da Casonato, con il  parabrezza infranto da una lama.  I RIS stanno esaminando una Fiat Panda rossa, ma sui social gli amici del professore stanno scrivendo che non e’ l’auto che guidava.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: