Lavoratori al nero “spiati” con le telecamere: sanzioni per oltre 6mila euro

0

QUARRATA –  Ispezione dei carabinieri  dell’Ispettorato del lavoro provinciale in una ditta di commercio di abbigliamento in via Statale,  di proprietà di  un  imprenditore  33enne di origini cinesi residente a Prato.  I militari hanno accertato violazioni al cosiddetto statuto dei lavoratori (L. 300/70), perché l’esercizio era dotato di un impianto di video sorveglianza chiaramente predisposto per il controllo dei dipendenti e non per la tutela della proprietà e quindi privo della prescritta autorizzazione della direzione territoriale del lavoro.

Le ulteriori violazioni  sono state riscontrate   in tema di utilizzo della manodopera,  risultata completamente in nero. Infatti dei tre dipendenti, tutti di nazionalità cinese ed in regola con il permesso di soggiorno,  nessuno di essi è risultato essere stato assunto con un regolare contratto di lavoro. Quest’ultima  violazione ha determinato la sospensione dell’attività. Complessivamente al titolare dell’attività sono state notificate sanzioni amministrative  per 6500 euro ed un’ammenda di 387 euro.

No comments