Lavori in galleria, linea Viareggio Lucca chiusa per 1 mese: il Comune scrive a FS

0

MASSAROSA – “L’amministrazione comunale ha scritto  a Ferrovie dello Stato per chiedere garanzie sui servizi sostitutivi rispetto alla notizia anticipata ieri dalla stampa e  non ancora pervenuta all’Ente e agli utenti, che dal 7 novembre al 4 dicembre prossimi sarà interrotto il servizio ferroviario sulla tratta Lucca-Viareggio per lavori di manutenzione ordinaria, non più rinviabili e necessari, alla galleria dei Ceracci che collega la Versilia alla Lucchesia. – dichiara il vice-sindaco Damasco Rosi .

Essendo questa la prima volta, a nostra memoria che il servizio ferroviario sulla linea Lucca-Viareggio viene interrotto per così lungo tempo ed essendo la linea in oggetto molto frequentata sia da studenti fuori sede che da lavoratori, non solo di Massarosa, per le personali esigenze di spostamento quotidiano, abbiamo chiesto a Ferrovie dello Stato, che immaginiamo farà il possibile, di predisporre e mettere in atto tutte le misure ritenute utili e necessarie per offrire un servizio sostitutivo a quello ferroviario pienamente adeguato tali da garantire la continuità del servizio normalmente offerto e alleviare i possibili disagi che l’interruzione suddetta, seppur necessaria per l’esecuzione di lavori, può arrecare alla numerosa utenza interessata.

Abbiamo a tale scopo chiesto – continua – in attesa che poi ci venga comunicata ufficialmente l’interruzione del servizio ferroviario con i dettagli dell’intervento, quali siano i servizi sostitutivi (nell’articolo si parla di autobus) che predisporranno data l’impossibilità di far circolare i treni, che il numero di autobus sia adeguato al flusso dei passeggeri giornalieri della tratta in oggetto, che gli orari del servizio di trasporto pubblico sostitutivo individuato rimangano invariati rispetto a quelli del servizio ferroviario, quali sono i luoghi individuati per le fermate di partenza, intermedie e di destinazione, se saranno previsti aggravi o riduzioni dei costi a carico degli utenti, quali le procedure di rimborso del costo del biglietto qualora si verifichino ritardi e complicazioni nei viaggi legati al traffico veicolare che non consentano di agganciare le coincidenze per i pendolari che devono percorrere distanze più lunghe della Viareggio-Lucca (ad esempio per Firenze) con, in quel caso, inevitabili ripercussioni sullo studio e sul posto di lavoro da raggiungere.

Ci siamo inoltre raccomandati – conclude il vice-sindaco Damasco Rosi – che venga data un’informazione più completa e capillare possibile affinché gli utenti della tratta Viareggio-Lucca non incorrano in disagi inutili e aggiuntivi rispetto a quelli che inevitabilmente si verificano in situazioni come queste, anche nel caso della migliore organizzazione possibile dei servizi sostitutivi posti in essere”.

In relazione al blocco della tratta ferroviaria Lucca-Viareggio che, per circa un mese, sarà interessata da interventi sulla linea, questa la nota di Elisa Montemagni, Consigliere regionale della Lega Nord. “Posso immaginare-afferma il Consigliere-i grossi disagi che dovranno sopportare le migliaia di persone, fra lavoratori, studenti e turisti, in un mese che si preannuncia particolarmente tormentato dal punto di vista del trasporto pubblico su rotaia nell’area lucchese-viareggina.” “I ventilati autobus sostitutivi-sottolinea l’esponente leghista-molto difficilmente potranno, infatti, essere facilmente usufruiti dalla moltitudine di utenti che quotidianamente viaggia sulla predetta linea.” “Si verificheranno-insiste Montemagni-problemi “d’ingolfamento” che comporteranno, probabilmente, una complessa soluzione della questione, con inevitabili e giuste lamentele da parte di chi paga regolarmente il biglietto e l’abbonamento. “ Proprio per chiarire i dettagli della questione-specifica la rappresentante del Carroccio-ho predisposto un apposito atto in cui chiedo all’Assessore competente d’intervenire prontamente con le Ferrovie dello Stato per avere determinate certezze nell’ambito specialmente del servizio sostitutivo tramite autobus che dovrà, ovviamente, essere adeguato(anche a livello degli orari ndr) in proporzione al cospicuo numero di viaggiatori.” “Infine-conclude Elisa Montemagni-vogliamo avere certezze sull’effettiva durata dei lavori e naturalmente sull’efficacia degli stessi.”

No comments