Per l’avvio dell’anno educativo il sindaco Tambellini visita l’asilo nido “Lo Scoiattolo” in centro storico

LUCCA – Questa mattina (18 settembre) il sindaco Alessandro Tambellini, insieme all’assessore alla formazione Ilaria Vietina, in occasione dell’avvio dell’anno educativo ha fatto visita all’asilo nido “Lo Scoiattolo”, riaperto nei giorni scorsi dopo un complessivo intervento di restauro e risanamento.

Questo asilo infatti fu dichiarato inagibile alla fine del mese di giugno del 2016 a causa di carenze statiche emerse nel corso di una serie di verifiche sulla vulnerabilità sismica. Per questo motivo l’edificio è stato oggetto di un intervento di restauro e risanamento conservativo, che è andato avanti per un anno e che ha permesso di adeguarlo completamente alle norme relative all’antisismica (costo dell’intervento 241.500 euro).

“Come amministrazione comunale – ha spiegato il sindaco Alessandro Tambellini – siamo impegnati a portare avanti il programma degli interventi necessari a mantenere tutti gli edifici scolastici, e in questo caso degli spazi educativi dedicati ai più piccoli, nelle condizioni migliori, consapevoli che la scuola è il luogo dove i nostri figli, fina dalla più tenera età, si formano e diventano uomini e donne adulti, cittadini consapevoli”.

“Abbiamo iniziato a investire cinque anni fa – ha aggiunto il sindaco – e abbiamo proseguito durante tutto il primo mandato amministrativo. Negli ultimi tre anni,  solo sugli asili nido l’amministrazione comunale ha investito complessivamente 580.000 euro. Bene, oggi cogliamo i frutti di questo lavoro, con l’impegno ovviamente di proseguire negli interventi utili”.

Durante l’estate, l’amministrazione comunale ha portato a termine il proprio impegno rivolto agli asili nido, concludendo le indagini sulla vulnerabilità sismica e l’adeguamento alla normativa per la prevenzione degli incendi. Tutti gli asili, oltre ad essere stati oggetto di verifiche sismiche e statiche, potranno ottenere il certificato di prevenzione incendi.

Già nei mesi invernali erano stati adeguati alla normativa di prevenzione incendi l’asilo “Kirikù” della Cappella Bassa (24.000 euro), “Arcobaleno” di San Marco (29.000 euro) e “Gulliver” di Ponte a Moriano (33.000 euro), mentre in queste vacanze estive i lavori hanno interessato l’asilo “Acquario” di San Concordio (116.500 euro), “Il Pulcino” di San Vito (106.000 euro) e “Lo Scoiattolo” del centro storico.

Sempre nell’ambito dei servizi per la prima infanzia, lo spazio gioco “La Coccinella” di San Concordio è stato oggetto di interventi di manutenzione straordinaria, nonché di un restyling complessivo delle facciate (30.000 euro).

L’offerta dei servizi educativi per la prima infanzia comprende 333 posti totali nei 7 asili nido comunali, 80 nei tre spazi gioco di San Concordio, San Vito e San Marco e 40 nel Centro bambini e famiglia di San Marco. Al momento i posti sono in gran parte occupati: restano ancora alcune disponibilità che verranno rese note nei prossimi giorni attraverso un avviso pubblico.

Lascia un commento