LC&G: Andrea Lanfri scala le mure travestito da Assassin’s Creed

LUCCA – Lucca Comics & Games è il luogo giusto al momento giusto per non sentirsi sbagliati, mai. Il festival è per antonomasia la manifestazione in cui chiunque può diventare chi vuole, anche un super eroe in mezzo alla gente comune. Da sempre a Lucca si possono abbattere tutte le barriere, anche quelle mentali e fisiche date da una disabilità, un posto dove qualsiasi caratteristica può diventare un super potere e trasformarti in un supereroe.
Cervantes diceva: “Nessun limite se non il cielo”. Questo motto è ancora più vero a Lucca Comics & Games dove la community del festival si riunisce senza alcuna differenza, dove ognuno può realizzare il proprio sogno.
A portare in concreto questo messaggio, grazie alla collaborazione con Michelotti Orthopedic Solutions, il progetto Lucca Limitless, che ha un testimonial d’eccezione, l’“incredibile” Andrea Lanfri, ex Campione Paralimpico in procinto di cimentarsi in un’impresa che lo porterà ad essere il primo uomo dotato di protesi ad entrambe le gambe a tentare la scalata dell’Himalaya e che in questi giorni ha scalato la Punta Hiunchuli (7000 metri di altezza sulla catena del Daulaghiri)

Lanfri è stato protagonista a Lucca di un’impresa mai realizzata: nelle vesti di uno dei personaggi del videogioco più amato dal pubblico del festival, “Assassin’s Creed” (Ubisoft), ha scalato con le sue protesi la cinta rinascimentale delle Mura che chiudono interamente la città di Lucca.
Questo gesto, ripreso in un video inedito realizzato ad hoc e pubblicato oggi, sabato 2 novembre, è un’ulteriore testimonianza del fatto che gli ostacoli si possono superare. A celebrare questo messaggio sabato 2 novembre, alle 11.00 è in programma anche la grande parata Steampunk che vedrà la partecipazione di Chantal Pistelli, Loris Figoli e Nicola Codega, insieme all’Associazione Luccasenzabarriere.

Non tutti sono atleti come Lanfri, per questo ogni anno il festival si impegna ad allestire gli ingressi delle tensostrutture con pedane che le rendono facilmente accessibili a tutti, e quest’anno lo ha fatto grazie a Michelotti Orthopedic Solutions e all’Associazione Luccasenzabarriere, dotando i luoghi più caratteristici della città di strumenti appositi per renderli ancora più accessibili con appositi montascale. Così Lucca diventa ancora più vivibile per tutti gli appassionati.