“Le ustioni sono state fatali”, la conferma dall’autopsia sul corpo di Vania

0

LUCCA – ( di Letizia Tassinari ) – E’ morta per le gravi ustioni su oltre i 90% del corpo Vania Vannucchi, bruciata viva dall’ex, Pasquale Russo, che dopo averle gettato addosso una tanica di benzina le ha dato fuoco. Ustioni fatali, come confermato dall’autopsia eseguita  questo pomeriggio, su richiesta del Pm Piero Capizzotto,  dal medico legale dottor Stefano Pierotti. Nessun elemento nuovo emerge dall’esame autoptico, l’anatomopatologo ha infatti escluso che Vania sia stata picchiata. I riscontri medici, come confermato dal dottor Pierotti, combaciano con quelli della Scientifica della Polizia.  Intanto Russo, che questa mattina si è avvalso della facoltà di non rispondere davanti al Gip, piangendo, resta in cella al carcere San Giorgio ( LEGGI ANCHE: Dà fuoco all’ex, Russo si avvale della facoltà di non rispondere e resta in carcere  ).

Dopo questo tragico omicidio, efferrato, pazzesco, la città di Lucca, i Comuni della Piana e in particolare gli assessorati alle pari opportunità e le commissioni pari opportunità, che parteciperanno alle varie iniziative di solidarietà in programma nei prossimi giorni,  ma non vogliono fermarsi alla sola condanna  di quanto accaduto. Le istituzioni locali sono infatti intenzionate a passare all’azione dando vita, a partire dal prossimo settembre, ad una serie di iniziative  di informazione, sensibilizzazione ma anche formazione,  coordinate sul territorio rivolte ai cittadini ed alle scuole  per  intraprendere un percorso che porti ad un incisivo cambiamento culturale e sociale, a partire dalle nuove generazioni, che metta al centro valori come la parità tra uomo e donna, il rispetto dell’altro e delle sue decisioni  e che ad una nuova educazione alle relazioni tra i sessi dove non ci sia posto per la violenza. Un nuovo percorso  che prenderà il via il prossimo 2 settembre con la riunione congiunta della conferenza zonale dei sindaci e della conferenza zonale dell’istruzione che  decideranno. insieme al rafforzamento dei progetti e dei percorsi  già in atto,  una prima serie di nuovi progetti ed iniziative da attuare sul territorio per contrastare la violenza sulle donne,  che vedrà anche un momento pubblico di condivisione con la cittadinanza.

No comments