Legge sui carnevali d’Italia ferma, Santini: “Le istituzioni non aspettino con le mani in mano”

VIAREGGIO – “La proposta di legge sui Carnevali d’Italia, quella che dovrebbe far arrivare soldi anche a Viareggio, è ferma alla Corte dei Conti in attesa della copertura finanziaria. E’ stata firmata dal ministro Dario Franceschini, come ha annunciato la senatrice Pd Manuela Granaiola dal palco del Carnevale Estivo, dimenticando però di precisare che gli 800 mila euro (non eravamo partiti da 1 milione e mezzo?) non sono la quota destinata a Viareggio ma il budget complessivo da dividere fra i Carnevali che ne avranno diritto. Firmata, dicevo, ma in stand by, in attesa di un ok che nessuno può sapere quando potrà arrivare”. La nota stampa è a firma di Alessandro Santini: ” Ma il nostro Carnevale non può aspettare: i maestri costruttori, la città, gli operatori turistici, la stessa Fondazione hanno bisogno ORA di certezze, oggi più che mai legate alla questione economica. Al di là dei proclami della senatrice Granaiola, nella speranza che la Corte dei Conti licenzi quanto prima l’atto legislativo, bisogna muoversi con atti concreti e concretamente in grado di sostenere la Fondazione Carnevale di Viareggio che, da parte sua, sta cercando nuova liquidità. Tutte le istituzioni devono fare la loro parte: il Comune, perché i costi per spazzamento stradale e polizia municipale non possono più gravare sulla Fondazione; la Regione Toscana, perché le promesse di finanziamento siano onorate; Comune, Provincia di Lucca e Regione, per sostenere la Rete dei Carnevali d’Italia promossa dal commissario della Fondazione Stefano Pozzoli, uno strumento che potrebbe dare più forza e valore alle richieste di sgravi fiscali avanzate dalle manifestazioni, non più singolarmente com’è accaduto finora ma come comparto unico. Una rete di cui il nostro Carnevale è capofila e come tale deve agire”.

Lascia un commento