Lettera con minacce di morte, due proiettili e una svastica recapitata al sindaco di Empoli

0

EMPOLI – Una lettera con minacce di morte, due proiettili e una svastica, è stata recapitata al sindaco di Empoli Brenda Barnini (Pd), dopo che la città è stata insignita nei giorni scorsi della medaglia d’oro per la resistenza. La busta contiene la fotocopia di un articolo de ‘Il Tirreno’, sul conferimento della medaglia d’oro, avvenuto mercoledì scorso, con il ministro dell’Interno Marco Minniti. Ne ha dato notizia la stessa Barnini. La busta è stata recapitata ieri in municipio. La minaccia, si legge nella foto, postata dallo stesso sindaco del Partito democratico, riporta la scritta “ti ammazziamo” e accusa il sindaco di corruzione e legami con una cooperativa che gestisce l’accoglienza dei migranti.

Barnini nel post sulla sua pagina Facebook condanna il gesto: “Ieri mi sono vista recapitare in comune una busta contenente questa pagina. È un articolo pubblicato sul Tirreno domenica scorsa. Qualcuno lo ha fotocopiato, ha aggiunto una svastica ed una minaccia di morte e attaccato sopra alla pagina due proiettili. La nuova destra fascista, il populismo xenofobo, le forze politiche che seminano odio e rancore. Dietro al gesto di un soggetto che ha pensato di mandarmi questo messaggio c’è tutto questo. Non è solo una questione di responsabilità individuale, non si dica che è solo un matto. C’è un sistema che incoraggia e sostiene queste idee e cerca di trarne consenso elettorale. Non è accettabile! Infine sull’accusa che mi viene mossa nel messaggio. In questi anni di mandato amministrativo non ho mai concesso udienza né in pubblico né in privato al Signor Mugnaini. Empoli è capitale morale dell’antifascismo e da ieri anche medaglia d’oro al merito civile per il contributo dato nella Resistenza e nella guerra di Liberazione. Non mi fate paura perché la mia città è più forte della vostra ignoranza”.

Solidarietà al sindaco è stata espressa dalla presidente della Camera Laura Boldrini, dal segretario del Pd Matteo Renzi, dal presidente della Toscana Enrico Rossi e anche da molte altre forze politiche. Per le 17.00 di sabato 20 gennaio è stato organizzato a Empoli un presidio ‘antifascista’.

No comments