Lido: “Necessità di più sicurezza e meno abusivismo”

0

LIDO DI CAMAIORE – «Non è più possibile sottovalutare il problema sicurezza a Lido di Camaiore perché il gran numero di immigrati senza fissa dimora si sta spostando anche verso le zone interne della frazione, dopo aver invaso la Passeggiata con i banchetti ricolmi di merce contraffatta».

Roberto Palmerini, presidente di Confcommercio Camaiore, lancia un allarme alle istituzioni, affinché si ponga rimedio ad una situazione che sta creando anche un danno di immagine ad una località a vocazione prettamente turistica come Lido.

«Raccogliamo molti sfoghi tra i commercianti ma anche tra turisti e residenti, che lamentano l’eccessivo numero di extracomunitari che stazionano davanti alle attività, chiedono l’elemosina con insistenza e modi talvolta bruschi e di notte si accampano dove capita. Le persone non si sentono al sicuro, perché controlli e vigilanza scarseggiano sia in Passeggiata che nell’interno. Ciò si aggiunge al proliferare dell’abusivismo commerciale sul viale a mare, che sta facendo letteralmente disperare i colleghi della zona, come più volte segnalato anche dalla nostra Associazione.

Siamo a conoscenza delle croniche carenze di organico delle forze dell’ordine e sappiamo bene che questo è un problema più complesso che coinvolge anche altre realtà ma non possiamo fare a meno di evidenziare uno stato di cose che rischia di penalizzarci da un punto di vista turistico.

Chiediamo quindi all’amministrazione di porre l’attenzione della polizia municipale su questa situazione, in modo da dare un segnale forte ai cittadini ed ai turisti e ricreare quel senso di accoglienza, sicurezza e legalità che è sempre stato una delle prerogative del nostro comune».

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: