Littizzetto e i dubbi sul Family Day, dalla Meloni a Gasparri

0

ROMA (di Chiara Bini) – Anche Luciana Littizzetto si è espressa sul Family Day, tenutosi ieri, sabato 30 gennaio, al Circo Massimo di Roma, per manifestare l’opposizione al disegno di legge Cirinnà, che propone il riconoscimento delle coppie di fatto sia etero che omosessuali e la stepchild adoption, ovvero la possibilità di adottare il figlio naturale del proprio compagno.

Nel corso dell’abituale monologo nella trasmissione di Rai 3 “Che tempo che fa”, condotta da Fabio Fazio, la Littizzetto ha innanzitutto espresso perplessità sul numero di partecipanti all’evento, ma non ha risparmiato battute al vetriolo agli esponenti politici che lo hanno promosso, a cominciare da Giorgia Meloni e Maurizio Gasparri.

Come da consuetudine, non le manda a dire ed ecco che in apertura pone il dubbio che più l’ha tormentata nelle ultime ore: il numero di persone che hanno effettivamente preso parte al Family Day. Il milione di partecipanti, dichiarato dagli organizzatori, sembra non quadrare alla comica torinese, che lo ha messo a confronto con quello delle 73mila persone che hanno affollato il Circo Massimo la scorsa estate per il concerto dei Rolling Stones. Ma non è tutto.

L’annuncio della gravidanza di Giorgia Meloni, dato da lei stessa in diretta televisiva, non poteva lasciare indifferente la Littizzetto, che ha rimproverato la Presidente di Fratelli d’Italia di essere poco in linea con il principio della famiglia tradizionale sostenuto dal Family Day, dal momento che non è legalmente sposata con il padre del figlio che sta aspettando.

Uno dei bersagli preferiti rimane, però, il vice Presidente del Senato Maurizio Gasparri, che si è scagliato contro il cantante omosessuale Elton John, ospite del prossimo Festival di Sanremo, nonché padre di due gemelli, avuti grazie all’utero in affitto (provvedimento, per altro, non incluso all’interno del ddl Cirinnà). La risposta della Littizzetto, accompagnata da un’espressione dubbiosa, è forte: se è vero che Elton John è un cantante e a Sanremo dovrebbe solo cantare, e non esprimersi in comizi politici, “Gasparri è un politico, faccia quel che sa fare”.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: