Lo spirito del lago – il paesaggio come ritratto e come partitura musicale: mostra al Cardoso

0

STAZZEMA – Sarà inaugurata il giorno 30 settembre alle ore 17,00 presso il Palazzo della Cultura in Cardoso , la mostra di pittura Lo spirito del lago – il paesaggio come ritratto e come partitura musicale. Questa originale mostra, presentata in anteprima nel foyer del Gran Teatro Pucciniano lo scorso anno, vede protagonisti giovani artisti dell’Accademia delle Belle Arti di Firenze provenienti da tutto il mondo che, sotto la guida dello scultore Adriano Bimbi, titolare della cattedra di pittura, cent’anni dopo i Pittori della Bohème richiamati dal genio e dall’amicizia di Giacomo Puccini, offrono una nuova visione di questo straordinario ambiente del lago pucciniano. L’Amministrazione di Stazzema ha voluto ospitare questa mostra come primo passo per lo svolgimento di un progetto di pittura dal vivo che abbia come protagonista gli spazi montani ed i borghi di Stazzema nel prossimo anno. Le opere in mostra saranno circa 30 opere selezionate dal curatore Giuseppe Cordoni, tutte realizzate dagli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Firenze. Saranno presenti alla inaugurazione oltre al curatore della mostra l’Assessore alla Cultura del Comune di Stazzema, Serena Vincenti e il professore Adriano Bimbi dell’Accademia di Firenze.  Il soggetto tematico che ha dato vita all’esposizione è stato scelto dai giovani artisti, d’intesa con la Commissione Artistico – scientifica composta, fra gli altri, dai pittori Brunello Baldi e Maurizio Canale, da Giuseppe Cordoni, poetico e critico d’arte, coordinatore del progetto, e dal presidente dell’associazione Città Infinite Giovanni Enrico Arrighini, coordinatore organizzativo della Scuola. L’esposizione della Brilla era  la seconda fase di un progetto che ha già visto in mostra gli studi elaborati dagli allievi del professor Bimbi dal 20 giugno al 10 luglio 2016 nel foyer del Gran Teatro Puccini, nell’ambito della candidatura all’Unesco dei luoghi pucciniani,  quindi è stata ospitata nel Complesso di La Brilla a Massaciuccoli (Massarosa) dal 16 luglio al 21 agosto 2016

“Apriamo questa nuova e prestigiosa collaborazione con l’Accademia delle Belle Arti di Firenze che riguarda la pittura”, commenta l’Assessore alla Cultura Serena Vincenti, “dopo quella che ha visto protagonisti i giovani scultori dell’Accademia delle Belle Arti di Carrara con il Primo Simposio Internazionale che si è appena concluso e che ha dato buoni frutti nonostante le difficili condizioni atmosferiche. Questa nuova collaborazione inizia riproponendo un progetto che si è realizzato nel bellissimo spazio della Brilla a Massarosa, ma che guarda soprattutto al futuro, ovvero ad una riproposizione della esperienza della pittura en plein air sui nostri luoghi, sulle nostre montagne e nei nostri borghi. Avremo di nuovo come al tempo della scuola pittorica che faceva riferimento a Filadelfo e Nera Simi, tanti giovani impegnati a cogliere ed reinterpretare il paesaggio, confermando la vocazione artistica di queste vallate perché vogliamo che la cultura sia uno strumento di rilancio per questa terra”.

La mostra andrà avanti sino al 5 novembre con apertura dal venerdì alla domenica dalle 16 alle 19.

 

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: