Lucca ricorda lo storico Pier Giorgio Camaiani

LUCCA – L’ultima opera dello storico Pier Giorgio Camaiani Il diavolo e la questione romana sarà presentata giovedì 24 maggio alle 17,30, all’auditorium del Palazzo delle Esposizioni della Fondazione Banca del Monte di Lucca (piazza San Martino, 7) in un incontro ad ingresso libero e aperto al pubblico.

Lucca vuole ricordare lo storico lucchese scomparso nell’agosto dello scorso anno, con un’iniziativa che vuole esprimere gratitudine per l’intenso lavoro da lui svolto nella ricerca storica, presentando il suo ultimo libro edito da Il Mulino in questo 2018. L’iniziativa è organizzata dal Fondo Arturo Paoli della Fondazione Banca del Monte di Lucca insieme al Comune di Lucca e all’Istituto Storico per la resistenza e l’età contemporanea.

Ad introdurre l’incontro saranno il sindaco di Lucca, Alessandro Tambellini e il presidente della Fondazione Banca del Monte di Lucca, Oriano Landucci. A parlare di Camaiani e del suo lavoro saranno alcuni suoi colleghi ed amici: i professori Anna Scattigno, Gianluca Fulvetti e Massimo Toschi, cui seguiranno le testimonianze di Luca Camaiani, nipote di Pier Giorgio e collaboratore alla redazione di quest’ultimo libro, e Alberto Del Carlo, presidente della Fondazione Lucca Sviluppo.

Pier Giorgio Camaiani, scomparso nell’agosto 2017, grande e storico amico di fratel Arturo fin dagli anni Quaranta, è stato responsabile scientifico del Fondo Arturo Paoli. Il Fondo Paoli e la Fondazione vogliono ricordarlo per l’impegno e il sostegno dati con grande generosità e competenza alla nascita del Fondo documentazione intitolato al sacerdote lucchese.

Il suo intenso legame con la città di Lucca è inoltre testimoniato dal libro che più di ogni altro ha contrassegnato la sua produzione di storico, dedicato proprio alla storia politica e sociale di Lucca, intitolato Dallo stato cittadino alla città bianca (edizioni La Nuova Italia, 1979).