Lui lavora in ospedale, lei è un’insegnante: sorpresi a rubare all’Esselunga

LUCCA – Una spesa… con lo sconto. È quella che aveva provato a fare una coppia di 50enni, di Lucca, a un supermercato Esselunga cittadino, utilizzando il lettore ottico del presto spesa. O, meglio, non utilizzandolo. Infatti la coppia ha provato a passare sotto il lettore ottico solo una parte della spesa, per una somma di circa 40 euro, regolarmente pagati, ma riempiendo i sacchetti di una quantità di prodotti ben superiori rispetto a quelli conteggiati (all’appello mancava merce per circa 200 euro). . Il comportamento però non è passato inosservato agli addetti alla sicurezza che hanno scoperto il trucco e segnalato la cosa ai carabinieri. Alla coppia non è rimasto altro da fare che pagare la differenza, anche se questo non è bastato a evitare una denuncia per furto. A stupire il fatto che i protagonisti della storia, moglie e marito entrambi incensurati, non avessero particolari problemi economici: lei è un’insegnante alle elementari, mentre lui, impiegato all’ospedale di Pisa, ha anche un passato di addetto alla sicurezza nella grande distribuzione.