Lunigiana e Aulla, fine settimana di controlli

0

MASSA CARRARA –

Nel fine settimana appena trascorso i Carabinieri della Compagnia di Pontremoli hanno intensificato i controlli su tutta la Lunigiana, con particolare attenzione alla città di Aulla. Un arresto, sette denunce e diverse sanzioni amministrative il bilancio dell’operazione. Ingente il dispiegamento di forze, con il coinvolgimento anche delle unità cinofile antidroga.
A finire in manette un cittadino marocchino pluripregiudicato di 26anni, abitante ad Aulla, già noto alle forze dell’ordine; lo stesso è stato arrestato a seguito di un’articolata attività investigativa, svolta dai Carabinieri della Stazione di Aulla, che ha permesso di accertare le sue responsabilità in ordine al furto di un telefono cellulare; dopo aver sottratto con destrezza lo smartphone dalla borsa di una donna, il marocchino ha risposto a una chiamata della vittima rivolgendole delle richieste estorsive e pretendendo del denaro in cambio della restituzione del cellulare. La donna dopo aver incontrato l’uomo e consegnato la somma richiesta in cambio del telefono si è recata immediatamente dai Carabinieri a denunciare l’accaduto. I militari hanno svolto delle attività di indagine che in poco tempo hanno permesso di identificare il malvivente e di ottenere, in pochissimi giorni, un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei suoi confronti.
L’azione dell’Arma ha permesso, inoltre, di intervenire preventivamente, impedendo la commissione dei reati; a farne le spese due italiani del posto, rispettivamente di 21 e 22 anni, i quali sono stati denunciati per porto abusi di oggetti atti ad offendere in quanto trovati in possesso di una mazza da baseball, un piede di porco e una spranga i legno, detenuti e occultati all’interno dell’autovettura e sottoposti a sequestro. Scongiurate conseguenze peggiori anche in un’altra circostanza, sempre grazie al pronto intervento dei militari che hanno denunciato un uomo di nazionalità rumena il quale ha schiaffeggiato la moglie davanti ai figli minori durante una lite in famiglia.
Denunciati, inoltre, 4 giovani marocchini che, sottoposti a controllo, sono risultati irregolari sul territorio nazionale e denunciati per soggiorno illegale sul territorio dello stato. Per gli stessi verrà dato avvio alla procedura di espulsione.
I Carabinieri hanno effettuato dei controlli anche sul consumo di stupefacenti, rivolgendo la loro attenzione soprattutto ai più giovani; due ragazzi, un italiano e un marocchino, sono stati trovati in possesso di marijuana e hashish per uso personale ed entrambi sono stati segnalati alla Prefettura di Massa.
Controllato, infine, il rispetto delle norme sulla circolazione stradale; segnalati alla Prefettura un cittadino del Marocco, di 28anni, abitante alla Spezia, che guidava senza patente perché mai conseguita e la sua compagna, connazionale di 26 anni, segnalata per incauto affidamento del veicolo. Scattato il fermo della loro autovettura per mesi tre.
Controllate durante le operazioni 144 persone, 89 autovetture e 14 esercizi pubblici.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: