Lupi, la Cia chiama a raccolta gli allevatori di Lucca, Massa e Pistoia: “Uso delle armi ai pastori, se necessario”

0

BORGO A MOZZANO – Lunedì 4 dicembre, a partire dalle 17:30 nel Salone delle Feste del Circolo dell’Unione a Borgo a Mozzano, il Comitato Pastori d’Italia – rappresentato dal presidente Mirella Pastorelli – e la Cia Toscana Nord, invitano gli allevatori della provincia di Lucca, Massa e Pistoia a dibattere sull’annosa e irrisolta questione della predazione delle greggi da parte di lupi e ibridi.

Negli ultimi tempi, questi predatori sono avanzati fino alle zone delle colline lucchesi, con avvistamenti anche nella Piana, non lontano da Marlia. Fatto concreto di questo fenomeno è l’assalto che ha recentemente subito il gregge dell’allevatrice Monica Ferrucci, azienda di Valgiano associata alla Cia e aderente al Comitato e alla quale sono state uccise dai lupi sei capre.

I casi denunciati, negli ultimi anni, sono più che raddoppiati, considerando che buona parte degli allevatori, delusi e scoraggiati, non segnalano più eventuali predazioni.

«Pensiamo – dice Alberto Focacci, direttore della Cia Toscana Nord – che sia tempo di agire con un concreto e costruttivo confronto con le istituzioni, sollecitando in questo modo la Regione a varare il cosiddetto ‘Piano Lupo’, promesso dall’assessore Remaschi già lo scorso settembre, ma ancora bloccato a causa delle lentezze burocratiche e fermo sul tavolo della Conferenza Stato-Regioni. Ma al tempo stesso per dare la possibilità agli allevatori danneggiati di presentare l’istanza di risarcimento per l’anno 2017, non ancora formalizzata».

La Cia Toscana Nord, inoltre, rivendica da sempre il diritto dei pastori alla difesa delle proprie greggi dagli attacchi del predatore, anche con l’uso delle armi se necessario.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: