Lutto alla Croce Rossa, morto Alfredo Scarpellini, Lunardini: “Sapeva coniugare la propria professionalità alla sua innata generosità”

VERSILIA – E’ venuto improvvisamente a mancare, dopo pochi giorni di ricovero in ospedale il noto volontario della Croce Rossa Valfredo Scarpellini.
80 anni stupendamente portati, originario di Migliarino (Vecchiano), entrato in gioventù in Aeronautica Militare ha svolto la maggior parte del servizio all’aeroporto di Ghedi (BS), ruolo naviganti, con numerose ed apprezzate missioni anche all’estero.
Attivo per molti anni nel Comitato della CRI di Brescia, vi era divenuto Monitore CRI e operatore/istruttore del settore simulatori/truccatori CRI.
Nei primi anni 2000 si trasferisce a Viareggio dove immediatamente inizia a frequentare il locale comitato di CRI. Apprezzatissimo e preparato volontario ha svolto servizio attivo in ambulanza come soccorritore ed era l’anima di molte collaterali del locale Comitato di CRI
“La morte inaspettata e improvvisa” dichiara Gianluca Molco, attuale Presidente della Croce Rossa Versiliese “dell’amico e collega Valfredo ha profondamente turbati tutti i Soci e volontari. La sua vitalità, generosità, preparazione rimarranno vive nei nostri cuori e ricordi. Il nostro profondo abbraccio giunga ai familiari”.

“Ho avuto l’onore” conclude l’ex-Presidente Luca Lunardini “di conoscere Valfredo Scarpellini durante la mia Presidenza e ancor prima, come Medico, in un costruttivo rapporto di reciproca fiducia. Uomo di fine arguzia ed intelligenza, sapeva coniugare la propria professionalità di soccorritore alla sua innata generosità.