Lutto nel mondo della politica viareggina: è morto Valter Ghiselli

0

VIAREGGIO -Lutto nel mondo della politica: è morto all’età di 66 anni Valter Ghiselli, segretario del PCI della Versilia negli anni ’80. Fu assessore alla cultura del comune di Viareggio, oltre che consigliere e dirigente della Confesercenti. Nel 2013 si era candidadato a sindaco. Ghiselli si è spento all’ospedale di Livorno, dove era ricoverato da qualche giorno per una grave malattia. La sala morturaria sarà allestita alla Croce Verde di Viareggio domani mattina.

“Per me è stato soprattutto, un caro amico e compagno. Un uomo di grande cultura, intelligenza politica – questo il ricordo di Alessandro Cerrai:”Ho centinaia di ricordi con Valter, di appuntamenti politici, di momenti della vita privata. Ne ricordo solo due. Nei giorni dei funerali di Berlinguer, l’Unita’ pubblico’ una foto di Valter che si recava alla camera ardente a Botteghe Oscure, con sotto la scritta ” un uomo con un mazzo di fiori”. Probabilmente il fotografo era stato colpito dalla compostezza, dal volto triste e malinconico di Valter. Valter aveva centinaia di foto, con amici e compagni ed ogni tanto le tirava fuori e riguardava. Nell’occasione della sua candidatura a consigliere comunale nelle liste dei DS a Viareggio, pubblico’ un piccolo opuscolo con diverse di quelle foto, che lo ritraevano con compagne e compagni del PCI e della sinistra locale e con dirigenti nazionali ed internazionali che aveva avuto modo di conoscere: Enrico Berlinguer, Willy Brandt, Pietro Ingrao, ecc. Era il suo modo di raccontare la sua storia, la sua vita vissuta, le sue radici di uomo della sinistra. Mi mancherai Valter, ma è stato un piacere conoscerti ed averti come amico e compagno. Ciao Valter”.

“Con dolore apprendiamo della prematura scomparsa di Walter Ghiselli, uomo delle istituzioni e dell’associazionismo viareggino. Da sempre attivo protagonista della vita politica della nostra città, a lungo segretario della Confesercenti Versilia, della Figc Versilia e del PCI versiliese, nel 2013 candidato sindaco”, scrive Giorgio Del Ghingaro, primo cittadino di Viareggio: “Con lui se ne va, oltre a un grande uomo, un pezzo di storia versiliese. Alla sua famiglia le più sentite condoglianze da parte del sindaco Giorgio Del Ghingaro e di tutta l’Amministrazione comunale di Viareggio”.

Il Coordinamento Comunale di Viareggio di Forza Italia, per voce di Alessandro Santini, si stringe attorno ai familiari di Walter Ghiselli e porge le più sentite condoglianze per la scomparsa del loro congiunto. E al cordoglio si unisce anche il dottor Antonio Tedeschi, ex assessore della giunta Lunardini.

“Ghiselli è stato uno degli animatori del nascente movimento studentesco negli anni che segnarono la contestazione giovanile e che culminarono nel sessantotto”, questo il ricordo di Luca Poletti, del Pd:”Fu eletto Segretario della Federazione Giovanile Comunista della Versilia e nel 1973 entrò a far parte della Segreteria della Federazione del Pci di cui divenne più tardi Segretario.  Valter lo si ricorda per l’impegno, per l’intelligenza, la grande sensibilità e per il lavoro tenace di costruzione di una società nuova, per l’emancipazione dei lavoratori, delle comunità locali e dei soggetti più svantaggiati. Lo si ricorda anche per l’impegno a creare una politica concreta, in grado di rispondere ai bisogni ed alle domande di cambiamento a partire dalle popolazioni versiliesi. E’ stato dirigente regionale del Pci, amministratore locale a Seravezza, e a Viareggio: prima con il Sindaco Federigi, di cui torna alla mente il breve ma inteso e positivo contributo allo sviluppo delle attività culturali ed alle manifestazioni di spettacolo della città e poi come capogruppo consiliare.  Aderì al PDS e in seguito è stato eletto segretario comunale dei DS di Viareggio. Le doti di grande umanità, di altruismo e simpatia completavano la figura di politico atipico con la capacità di ascoltare e agire coerentemente. A conclusione della sua intensa attività politica e di amministratore pubblico si era dedicato all’attività volontaria, mettendo la sua esperienza e le sue capacità a disposizione di un patronato e quindi ancora sul fronte del disagio e assistenza al mondo del lavoro. Ciao Valter, ci mancherai”.
“A nome mio e del Coordinamento versiliese di Art.1 MDP voglio esprimere il più profondo dolore per la scomparsa del compagno e dell’amico fraterno Valter Ghiselli – scrive Fabrizio Manfredi: “Con lui perdiamo un uomo di grande intelligenza e di straordinarie passioni, che ha dedicato la propria vita all’impegno per gli altri ed alla costruzione di un mondo migliore oltre che a dispensare amore, affetto ed attenzioni alle persone care. Alla carissima moglie Wanda , ai figli, ai nipoti, vadano il nostro più grande abbraccio e le nostre più sentite e partecipate condoglianze”
“Grande dispiacere per la scomparsa prematura di Valter che ho conosciuto, quando ero ancora al liceo, in Via Regia e che ho ritrovato poi con grande piacere nel 2013 durante la campagna elettorale”. Le parole sono di Rossella Martina: “Un sognatore che non ha mai smesso di credere che ci possa essere un mondo migliore di questo. Per tutti. Alla sua famiglia le mie più affettuose e sincere condoglianze”.
“Una notizia terribile”. Il cordoglio arriva dal neo segretario di Rifondazione Comunista Nicolo’ Martinelli: “Ci lascia un compagno che, con la propria storia tutta originale e le idee non sempre ortodosse, negli ultimi anni a Viareggio si è schierato dalla parte giusta. Grazie a lui imparai che l’obbedienza non sempre è una virtù, e gli feci campagna elettorale come candidato a Sindaco di Viareggio nelle convulse settimane che videro i miei compagni di lotta e di vita venire buttati fuori dal partito di cui ora ho l’onore di essere segretario, all’epoca in mano a una banda di opportunisti della peggiore specie che compì scelte antidemocratiche a solo vantaggio di tornaconti personali e dei poteri forti della città.  Valter fu l’unico che in campagna elettorale appoggiò senza remore la lotta, poi vinta, degli occupanti del Collegio Colombo, e che fece propria la proposta di Unione Inquilini di procedere alla requisizione temporanea degli alloggi sfitti, come fatto da Milziade quando era vicesindaco. Lui prese l’1% dei voti e io quattro mesi di sospensione dagli incarichi di partito. Ma da lui ho imparato che non ci sono battaglie non degne di essere combattute, anche quando le condizioni sono sfavorevoli. Grazie Valter”.

“La notizia della morte di Walter Ghiselli è stato un durissimo colpo – commenta Marco Montemagni: Walter è stato un leader delle lotte studentesche del ’68-’69 e primi anni ’70, segretario versiliese della FGCI, poi del PCI. E’ stato un protagonista della politica di Viareggio e della Versilia: sia come amministratore sia come dirigente politico. Molto determinato era abituato a lottare per le proprie idee in ogni situazione, anche la più sfavorevole: nuotava spesso controcorrente. All’apparenza freddo e distaccato, bastava conoscerlo meglio per coglierne le sue peculiari doti: grande sensibilità, intelligente ironia, forte ancoraggio valoriale. Walter è stato un protagonista della sinistra”.

 

No comments