Magrebino irregolare va in escandescenza al pronto soccorso: arrestato

0

PRATO – Magrebino irregolare va in escandescenza al pronto soccorso: arrestato dalla Squadra Volanti per lesioni, resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento.

Nella nottata la Squadra Volanti ha arrestato un cittadino di nazionalità marocchina, 31 anni, pluripregiudicato per reati contro la persona ed il patrimonio, domiciliato a Prato senza fissa dimora, irregolare sul territorio nazionale.
 
L’intervento nel suo complesso è iniziato alle ore 22.30 in piazza Mercatale, quando lo straniero rimaneva coinvolto in una lite sulla pubblica via, che richiedeva l’intervento di una Volante ed al seguito della quale veniva accompagnato da un’ambulanza al pronto soccorso, ove gli veniva diagnosticata una ferita lacero contusa ad un dito e varie ferite lievi al capo, con 30 giorni di prognosi.
Alle ore 2.00 successive, era il pronto soccorso a chiamare questa Sala Operativa, in quanto uno straniero stava dando in escandescenza nella sala d’attesa, creando allarme tra i presenti.
Sul posto la Volante riconosceva il soggetto, persona ben nota a tutti gli operatori impegnati in attività di prevenzione sul territorio per i precedenti penali ed i vari pregiudizi; lo stesso, a stento trattenuto da due guardie giurate, aveva danneggiato porte e accessori del pronto soccorso con calci e pugni, rendendo necessario un intervento muscolare di questi operatori, nel frattempo raggiunti da rinforzi.
A fatica l’uomo veniva posto in sicurezza dentro il veicolo di servizio e nel frangente cominciava ad inveire contro gli stessi operatori; durante l’operazione, tentava di danneggiare anche le portiere del mezzo, riuscendovi solo parzialmente. Una volta in Questura, rendeva difficoltoso l’accompagnamento forzato nelle camere di sicurezza, constrigendo gli operatori ad una immobilizzazione.
Una seconda Volante riscontrava che presso il pronto soccorso l’uomo aveva danneggiato una vetrata, mandandola in frantumi, oltre ad un pannello che copriva fili elettrici; una Guardia Giurata, nel tentativo di calmarlo prima dell’arrivo della Volante, veniva strattonata e subiva colpi e percosse, per complessivi 7 giorni di prognosi.
Da accertamenti con personale sanitario, si riscontrava che l’uomo, dopo la lite di piazza Mercatale ed il trasporto al nosocomio, veniva accomapagnato dall’ambulanza presso il domicilio di una parente, che rifiutava di accoglierlo in casa, viste le di lui condizioni: pertanto i sanitari, in quanto sedato ed in condizioni fisiche che ne sconsigliavano di rimetterlo “su strada”, lo riportavano al pronto soccorso, dove, per motivi futili (la ricerca di un suo giubbotto che i sanitari sono certi non avesse mai avuto al seguito) lo straniero avrebbe cominciato a dare in escandescenza.
L’uomo, arrestato per i suddetti reati, ha trascorso la notte nelle  camere di sicurezza ed in mattinata sarà giudicato con rito direttissimo

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: